Pubblicato il

"Va potenziato il reparto di pediatria"

Il sindaco di Tolfa Alessandro Battilocchio affronta il problema dell’ospedale San Paolo

Il sindaco di Tolfa Alessandro Battilocchio affronta il problema dell’ospedale San Paolo

Pubblicato il

CIVITAVECCHIA – Il sindaco di Tolfa, Alessandro Battilocchio, interviene in merito alla situazione della divisione di Neonatolgia e Pediatria dell’ospedale San Paolo di Civitavecchia, chiedendo un’attenzione particolare alla Regione Lazio. «Il piano sanitario della presidente Polverini – afferma il primo cittadino collinare, che nei giorni scorsi ha visitato la struttura – era necessario ed improcrastinabile ed ha dato il via ad una riorganizzazione e razionalizzazione delle strutture sanitarie della nostra Regione. L’assetto sanitario del nostro comprensorio, in questo contesto, non subisce particolari modifiche, anche se in diversi settori permangono dei problemi che mi auguro verranno affrontati quanto prima. Ma voglio sottolineare la peculiarità della situazione del reparto Pediatria, particolarmente delicata: in primis è chiaro che l’ospedale di Civitavecchia rimane, ad oggi, l’unico punto di riferimento sanitario vicino per un numero assai consistente di mamme, bambini e pazienti in generale del Lazio Nord. Il depotenziamento di altri raparti in nosocomi vicini non potrà far altro che accrescere la mole degli utenti». «Ritengo sia indispensabile– sottolinea Battilocchio – una struttura vicina per i casi di emergenza da trattare con urgenza, vista l’area territoriale molto estesa di cui stiamo ragionando. Inoltre deve essere considerata anche la presenza del porto, che vede un afflusso crescente di turisti e visitatori, con la conseguente necessità di potenziare il reparto, magari anche attraverso necessarie strutture di isolamento. Esporrò alla Regione queste ed altre problematiche e sono certo che anche altre forze del territorio stanno lavorando nella stessa direzione. Sono convinto – conclude – che la Presidente Polverini presterà attenzione alle istanze proposte».

Condividi

ULTIME NEWS