Pubblicato il

Radioterapia: qualcosa inizia a muoversi

Radioterapia: qualcosa inizia a muoversi

Angelo Lucignani dell’Adamo chiede notizie sulla convocazione del tavolo presso la Fondazione Cariciv. Gli uffici di Asl e Regione sono al lavoro per arrivare con delle risposte già alla prima riunione


Pubblicato il

CIVITAVECCHIA – Documenti approvati nei consigli dei diversi comuni del comprensorio. Promesse ed impegni presi. Volontà manifestate. Ma che fine ha fatto il discorso legato alla Radioterapia al San Paolo, tassello mancante per chiudere un cerchio fondamentale nel territorio? Se lo chiede Angelo Lucignani, dell’Adamo onlus. «Durante lo spettacolo per i 20 anni della nostra associazione al teatro Traiano – ha infatti ricordato – davanti a circa 650 persone, i sindaci di Civitavecchia, Tolfa ed Allumiere, la presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia Gabriella Sarracco ed una rappresentante della Asl Rm4 hanno promesso che il terzo venerdì di gennaio (ossia venerdì 17 oppure 24 gennaio se si vuole partire a contare da subito dopo le feste) si sarebbero riuniti presso la Fondazione per aprire il tavolo sulla radioterapia a Civitavecchia». Un tavolo sul modello di quello che, anni fa ormai, ha portato non senza fatica ma con un impegno ed una tenacia fondamentali, alla realizzazione dell’hospice Carlo Chenis sulla Braccianese Claudia. Tante le realtà coinvolte in quella occasione, altrettante quelle che dovranno necessariamente sedersi oggi attorno a questo tavolo che il presidente della Fondazione Cariciv Sarracco si è d etta disponibile ad attivare in collaborazione con Comune, Asl e Regione Lazio, solo per citare alcune delle realtà coinvolte. Ebbene, a quanto pare il tavolo si sarebbe già aperto, seppur non fisicamente. Gli uffici infatti si sono già attivati. La volontà è quella di sedersi concretamente attorno al tavolo con delle idee concrete, con delle risposte certe – soprattutto da parte di Regione e Asl, su possibilità e strade da seguire o meno. Nelle prossime settimane, quindi, potrebbero esserci delle novità. 
 

Condividi

ULTIME NEWS