Pubblicato il

Covid19, dieci nuovi casi e un decesso: troppi operatori sanitari positivi

Covid19, dieci nuovi casi e un decesso: troppi operatori sanitari positivi

Morta una 89enne della Rsa. Arriva la commissione per analizzare i focolai


Condividi

CIVITAVECCHIA – Nuovo decesso legato al Coronavirus: si tratta di una donna 89enne della Rsa madonna del Rosario. Secondo il bollettino quotidiano della Regione Lazio sono 10 i nuovi casi a Civitavecchia, 14 in tutta la Asl Roma 4 e, ancora una volta, a pagare un caro prezzo in termini di positivi riscontrati sono gli operatori sanitari del San Paolo e non solo. Sono ben 11, infatti, su 14. Casi di positività al covid19 riscontrati non solo nei reparti di prima linea del San Paolo. Un nuovo aumento di casi rispetto a mercoledì ma i dati rimangono, tutto sommato, stabili anche se la guardia rimane alta in tutta la Asl Roma 4. Numeri così elevati tra il personale sanitario del San Paolo che sono però frutto degli oltre 300 tamponi effettuati su tutti gli operatori in questi giorni, proprio per evitare un diffondersi di nuovi focolari e mantenenere la posizione sotto controllo.

Per fare questo l’ospedale è stato compartimezzato con il reparto di medicina trasformato in covid, così come l’Obi dove si trovano i positivi non stabili. Ci sono poi i cinque posti letto di “attesa” nella piastra ambulatoriale dove si trovano i pazienti che hanno effettuato il tampone che aspettano la risposta. Percorsi differenziati anche al pronto soccorso, con la tenda pre-triage della protezione civile che sta funzionando. «Per analizzare i focolai – spiegano dalla Asl Roma 4 – che si sono verificati presso il reparto di medicina e presso la Rsa Madonna del Rosario si sta istituendo una commissione di esperti, formata anche da specialisti esterni, per studiare le cause degli avvenuti contagi».

Per quanto riguarda invece «la possibilità da parte della Asl di effettuare tamponi sul personale infermieristico che fa servizio domiciliare – proseguono dall’azienda sanitaria – il dipartimento di prevenzione sta chiedendo in queste ore la lista di nominativi alla direzione del Cad per poter programmare i tamponi. Per il tamponi al personale delle Rsa si inizierà già domani ad effettuarli a Manziana, e si sono già programmati i tamponi per Ladispoli, Trevignano, Civitavecchia e il distretto 4». Misure necessarie proprio in questi luoghi a rischio, per evitare che si ripeta quanto successo nella Rsa Madonna del Rosario. Grande lavoro anche da parte del Dipartimento di prevenzione che ha effettuato oltre mille tamponi nel territorio. Solo nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 121 tamponi. Sono 2596 le persone in sorveglianza domiciliare, mentre 1289 ne sono uscite.


Condividi
ULTIME NEWS