Pubblicato il

A Tarquinia arriva il "Maggio medievale…"

TARQUINIA  – A maggio l’anima medievale di Tarquinia tornerà a pulsare. Un susseguirsi di eventi ricreerà per due intere settimane un’atmosfera magica che cercherà di far conoscere ed apprezzare tutti quei meravigliosi e suggestivi angoli che sono stati il fulcro della Tarquinia quattrocentesca. Dopo le tantissime voci che si sono rincorse in questo ultimo periodo, ora arriva l’ufficialità con la presentazione della squadra che si occuperà di rendere unico ed inimitabile questo nuovo grande evento. Per fare ciò la Pro Loco, che si occuperà della gestione e del coordinamento dell’evento, in collaborazione con il Comune di Tarquinia, Assessorati allo Spettacolo, al Turismo e alla Cultura, e con l’Università Agraria, ha pensato bene di affidarsi ad un direttore artistico, sinonimo di sicuro successo: Sirio Rotatori. Reduce da alcuni grandi eventi del recente passato organizzati a Tarquinia, primo tra tutti il presepe vivente, edizione zero, e dall’applaudita commedia teatrale “Alice nel Bel Paese delle Meraviglie”, il giovane artista locale si sta tuffando in questa nuova e stimolante avventura. “La manifestazione “Maggio Medioevale di Corneto” nasce come un work-in-progress, che concilia tradizione ed innovazione.-spiega il direttore artistico- Quello che presentiamo quest’anno è solo l’anticipo di un evento molto più grande che potrà svilupparsi a pieno solo negli anni a venire. Abbiamo colto l’occasione della Giostra del Saracino per poter creare a Tarquinia quello che, secondo il mio parere, era un evento necessario, cioè che non poteva non esserci. Molte altre città ogni anno riescono ad attrarre migliaia di turisti puntando sul loro passato medievale. Ebbene Tarquinia, non ha nulla da invidiare a questi centri ed è giusto che riscopra e faccia riscoprire se stessa attraverso qualcosa che sia all’altezza delle propria storia”. Un grande evento che tenterà di coinvolgere tutto il tessuto sociale locale come spiega il Presidente della Pro Loco Vittorio Sensi. “Uno degli obiettivi del Maggio Medievale e della Pro Loco è quello di fare sistema. Non è pensabile che una manifestazione del genere debba essere gestita unicamente da un gruppo ristretto di persone. E’ necessario creare una cultura del fare che vada oltre le distinzioni tra associazione e associazione, tra quartieri centrali e periferici, tra questo o quell’ente, ma soprattutto al di là del credo politico e delle finalità del singolo. Anche per questo abbiamo voluto creare una rete di collaborazioni tra le varie attività commerciali, grazie anche al prezioso aiuto delle Associazioni Tarquinia Viva, Unica e del Centro Commerciale Top16.” Ed ecco la squadra scelta dalla Pro Loco. “Abbiamo voluto imprimere –conclude il Presidente Sensi- un taglio decisamente professionale al Maggio Medievale soprattutto nella scelta del Direttore Artistico (Sirio Rotatori), del Direttore Tecnico (Antonio Pellegrini), dello studio di Visual Comunication (Skylab Studios), della Consulente Storica (Sabina Angelucci), e del Responsabile dell’Ufficio Stampa (Fabrizio Ercolani). La Pro Loco gestirà invece la parte organizzativa, sperando di essere affiancata al più presto dai comitati delle varie contrade cittadine, l’istituzione delle quali è una delle nostre priorità”.

ULTIME NEWS