Pubblicato il

Agraria, si al bilancio di previsione

TARQUINIA – Consiglio sereno e costruttivo quello svoltosi il 30 novembre all’Università Agraria di Tarquinia. Due i dati importanti emersi, la maggioranza solida che sostiene il presidente Antonelli e un clima costruttivo con le forze di minoranza. “Dopo le consuete comunicazioni del presidente, legate allo stato dei contenziosi dell’Ente, nonché all’avanzamento delle trattative con il Comune di Tarquinia per risolvere l’annosa questione Ici, – commenta l’assessore al Bilancio Giuliano Biagioni –si è passati all’analisi della manovra di assestamento generale del Bilancio di previsione. Solo conferme e nessuna sorpresa:  bilanci di previsioni coerenti danno manovre correttive minime e per lo più tecniche, legate a movimenti fisiologici. Abbiamo ammortizzato la picchiata del prezzo del grano e non graviamo sull’utenza anche davanti a scelte importanti come quella di sanare la nostra posizione sulla vicenda Ici 2009 in pendenza di accordo e fatte salve le ragioni di fondo legate alla natura di Ente gestore riferita all’Università Agraria di Tarquinia, anche a garanzia dei consiglieri tutti”. Un clima di ritrovato dialogo testimoniato dalle parole del presidente Alessandro Antonelli il quale ha espresso “doveroso e sentito ringraziamento ai consiglieri tutti, con particolare riferimento a Renzo Rosati, Francesco Sacconi, Francesco Guaragno e Antonio Peparello che in sede di commissione hanno saputo mettere da parte le diversità politiche nell’interesse comune dell’Università Agraria, dei suoi Utenti e del Consiglio tutto”. Per il presidente del consiglio Daniele Ricci: “Il lavoro propedeutico delle commissioni appare decisivo e il Regolamento dell’Università Agraria dà ampio spazio per un dialogo aperto soprattutto su temi particolarmente tecnici come il bilancio. I toni pacati danno il senso di responsabilità di un consiglio impegnato a risolvere i problemi reali dell’Ente in una dinamica di confronto ritrovata”. “Ratificata la delibera che accoglie nel Bilancio dell’Ente lo stanziamento della Regione Lazio per Verona Fiera Cavalli – conclude Antonelli – Esaurite le polemiche degli scorsi anni oggi parlano i risultati. Uno sforzo promozionale per il nostro territorio cospicuo e dai grandi effetti e ritorni, l’auspicio è che si continui anche per il futuro senza disperdere capacità e professionalità cresciute in questi anni”.

ULTIME NEWS