Pubblicato il

Alla scoperta di Civitavecchia tra logge e massoni

di VIVIANA SERRA

CIVITAVECCHIA – La Fondazione Cariciv si conferma il motore culturale della città. Ieri pomeriggio, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio, l’avvocato Vincenzo Cacciaglia ha presentato il nuovo libro del dottor Enrico Ciancarini: “All’Oriente di Civitavecchia. Massoni e Logge Civitavecchiesi da Napoleone a Mussolini (1811-1925)”. Se la Fondazione Ca.Ri.Civ. è il motore di molte attività, va riconosciuto, infatti, al dott. Ciancarini di essere senza dubbio il carburante, quantomeno delle iniziative editoriali a carattere storico sulla nostra città. Lo storico può ormai vantare infatti una produzione di assoluto rilievo e di grande interesse su Civitavecchia e la sua storia. Così, di fronte ad un folto e attentissimo pubblico, accorso nella sala conferenze della Fondazione Cassa di Risparmio, si è parlato di logge massoniche e di intrighi della Civitavecchia a cavallo tra il diciannovesimo e l’inizio del ventesimo secolo. Tante le vicende, le curiosità e gli aneddoti illustrati dall’autore del libro. Tra i racconti più interessanti, trattati nel testo di Ciancarini, quello sulla fondazione della prima loggia da parte dei francesi nel 1811, le vicende dei garibaldini e democratici in città; il pesante clima anticlericale di fine Ottocento, lo sciopero dei portuali, il blocco popolare e l’assalto fascista nel 1923 alla sede dei massoni. Moderatore per l’occasione il professor Mario Camilletti che ha gestito i diversi ospiti tra cui il dottor Carlo De Paolis. Particolarmente interessante, tra gli altri, l’intervento del generale Luciano Alberici, dichiaratamente massone che, dopo aver spiegato cosa è la massoneria, ha speso parole di elogio nei confronti dell’autore proprio perché è riuscito, a suo giudizio, a dare la giusta chiave di lettura alle attività della massoneria civitavecchiese. Estremamente soddisfatto Enrico Ciancarini che ha ringraziato il presidente della Fondazione Ca.Ri.Civ. Vincenzo Cacciaglia. “La Fondazione Ca.Ri.Civ. – ha spiegato Cacciaglia – è ormai un vero e proprio luogo di culto per i civitavecchiesi e più in generale, per tutti coloro che amano la nostra città. La nostra storia è parte integrante della città. Non dimentichiamo che la Cassa di Risparmio è stata fondata a metà dell’ottocento”. Appuntamento per tutti quindi in libreria dove certamente il libro attirerà l’interesse di molti.

ULTIME NEWS