Pubblicato il

Allarme scorie radioattive a Tarquinia

Pietro Tidei è sicuro che tra i 52 siti per lo smaltimento individuati dal Governo ce ne sia uno legato alla cittadina etrusca. Il deputato: «C’è una rivelazione-ammissione fatta ai senatori del Pd, ci considerano la pattumiera nazionale»

Pietro Tidei è sicuro che tra i 52 siti per lo smaltimento individuati dal Governo ce ne sia uno legato alla cittadina etrusca. Il deputato: «C’è una rivelazione-ammissione fatta ai senatori del Pd, ci considerano la pattumiera nazionale»

TARQUINIA – «Tra i 52 siti segreti per lo smaltimento delle scorie radioattive già individuati, ne avremo uno qui, tra Civitavecchia e Tarquinia».
Ne è convinto Pietro Tidei, parlando di una rivelazione-ammissione alla quale il Ministero delle Attività produttive sarebbe stato costretto da una iniziativa dei senatori del Pd.
«È l’ennesima conferma di come il centrodestra consideri questo territorio una sorta di pattumiera nazionale – dichiara il deputato del Partito democratico – ora il centrodestra rincara la dose con la sorpresa del sito per lo smaltimento delle scorie radioattive che così completa il panorama già abbastanza inquietante con il nucleare a Montalto».
Tidei definisce quelli riguardante l’ambiente «temi di importanza fondamentale per un territorio martire come il nostro, per i quali – spiega – sarebbero necessarie iniziative forti e concordate tra i rappresentanti di tutti i partiti».
«Un vero e proprio fronte comune – aggiunge l’onorevole Pietro Tidei – ma dal versante del centrodestra risponde purtroppo una classe dirigente assolutamente inesistente e completamente suddita dei vertici romani».
Parla infine di un Pdl afono, riferendo di aver già presentato un’interrogazione al Governo: «Dovrà venirci a dire in aula il nome del Comune scelto per lo smaltimento delle scorie radioattive».

ULTIME NEWS