Pubblicato il

Allumiere, amministratori uniti per dire no alla discarica

Assemblea pubblica per ribadire l’assenza di progetti destinati a trasformare il paesino collinare nella pattumiera del Lazio Protesta dei No coke a margine dell’incontro di oggi: «Dopo Tvn non crediamo più alle vostre promesse»

Assemblea pubblica per ribadire l’assenza di progetti destinati a trasformare il paesino collinare nella pattumiera del Lazio Protesta dei No coke a margine dell’incontro di oggi: «Dopo Tvn non crediamo più alle vostre promesse»

    di ROMINA MOSCONI

 

ALLUMIERE – Un unico e grande no è quello scaturito nella grande assemblea che ha avuto luogo oggi nell’Auditorium di Allumiere gremito e a cui hanno partecipato non solo molti rappresentanti istituzionali ma anche molti giornalisti dei media locali e nazionali e semplici cittadini del comprensorio preoccupati per le ripercussioni che questa discarica, se si realizzasse, avrebbe sulla salute pubblica. L’incontro, organizzato dal sindaco di Allumiere, Battilocchio in collaborazione con la sua giunta e con il Pd collinare. Ad aprire la discussione è stato l’assessore provinciale al Bilancio Rosati, dopo di lui ha preso la parola il sindaco Battilocchio. A seguire l’assessore ai Riufiuti della Provincia di Roma, Civita, ha esplicitamente detto che come «Provincia non si darà mail’ok su questa discarica. I rifiuti da problema devono diventare risorsa – ha sottolineato Civita – dobbiamo promuovere e sviluppare sempre di più la differenziata e la raccolta porta a porta. In tutti i comuni della RPovincia si è fatto ma stentano a partire a Roma e in particolare a Civitavechia». Presenti anche l’assessore regionale ai Rifiuti Parroncini che fin dal giorno dopo il suo insediamento si è subito detto contrario alla creazione della discarica ad allumiere e quindi ha ribadito la sua contrarietà. Presenti anche il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, Filiberto Zaratti (assessore regionale all’ambiente), Enrico Luciani (consigliere regionale), Emiliano Minnucci (consigliere provinciale), Gino De Paolis (consigliere provinciale) e i sindaci e rappresentanti dei 14 comuni del comprensorio. Tutti sono stati concordi nel rassicurare i cittadini che la discarica non si farà e che si continuerà a camminare insieme per scongiurare questo pericolo. A margine di questo incontro si è registrata la protesta dei no-coke del comprensorio che hanno attaccato i relatori: «Visto come è andato a Tvn – hanno espressamente detto – ora non ci possiamo fidare solo delle vostre parole».

ULTIME NEWS