Pubblicato il

Alluvione,  i cittadini si oppongono all’archiviazione del caso

TARQUINIA – Il comitato Marina Velka senza fango, nato nel 2005 per combattere contro i ripetuti straripamenti del fiume Marta e dei corsi d’acqua adiacenti, prosegue la battaglia affinchè la legge trovi i colpevoli dei danni subiti da molti cittadini rimasti vittime dell’alluvione. Gli avvocati difensori del comitato hanno infatti fatto opposizione all’istanza di archiviazione presentata per la seconda volta dal pm della procura di Civitavecchia, dottor De Gregorio. Gli alluvionati si chiedono come sia possibile che il pm non abbia ritenuto opportuno procedere contro i responsabili, «che tanto fango e danni hanno cagionato alle loro case, nonostante la certezza che la situazione idrogeologica dell’area colpita sia stata a lungo bellamente trascurata dalle autorità». «Lo stesso presidente Marrazzo – dice il comitato di Marina Velka – certificò in un’intervista, l’inerzia delle istituzioni in tal senso. Noi cittadini siamo convinti sia necessario trovare e punire i colpevoli. Solo così si potrà sperare che i preposti tuteleranno la sicurezza senza lavarsene le mani». Atteso anche l’esito del procedimento civile per il risarcimento danni.

ULTIME NEWS