Pubblicato il

Amministrative: pronti i programmi

TOLFA. Sfida a due per conquistare la guida del paese. Sabato scorso presentata la lista ‘‘Progetto Tolfa’’, il 30 tocca al ‘‘Paese che vogliamo’’ Luigi Landi, centrodestra, punta sulla strada della continuità e sull’incremento dello sviluppo economico Marta Ceccarelli, centrosinistra, condanna gli sprechi e pensa ad un nuovo piano urbanistico comunale

TOLFA. Sfida a due per conquistare la guida del paese. Sabato scorso presentata la lista ‘‘Progetto Tolfa’’, il 30 tocca al ‘‘Paese che vogliamo’’ Luigi Landi, centrodestra, punta sulla strada della continuità e sull’incremento dello sviluppo economico Marta Ceccarelli, centrosinistra, condanna gli sprechi e pensa ad un nuovo piano urbanistico comunale

TOLFA – A Tolfa è entrata nel vivo la campagna elettorale: lo scorso sabato Luigi Landi ha presentato la sua lista ‘‘Progetto Tolfa’’, sabato prossimo invece sarà Marta Ceccarelli a presentare la sua lista ‘‘Il paese che vogliamo’’. La lista 2 che sostiene la Ceccarelli ha stilato un programma in 10 punti. «Abbiamo pensato a un nuovo Piano Urbanistico comunale finalizzato allo sviluppo socio-economico della popolazione e del territorio e di impegnarci a reperire finanziamenti pubblici per il recupero abitativo di stalle e magazzini. Vogliamo valorizzare il patrimonio naturalistico-paesaggistico – spiega la Ceccarelli – e puntare al recupero abitativo e funzionale del centro storico per migliorare la vivibilità del paese, l’efficienza e la qualità dei servizi incrementando il lavoro di artigiani e commercianti». La lista 2 dice no alla megadiscarica di Allumiere e persegue l’obiettivo della differenziata. La Ceccarelli e i suoi candidati chiedono ‘‘parcheggi nelle zone idonee e l’eliminazione totale di quelli a pagamento’’ e puntano a far tornare il mercato in piazza V. Veneto «come vuole la maggioranza dei tolfetani». «Occorre poi definanziare le opere inutili e costose e utilizzare invece le risorse finanziarie per interventi migliorativi delle strutture pubbliche necessarie alle esigenze popolari di base – ha proseguito la Ceccarelli – è stato speso tanto quindi occorre riattivare il mattatoio comprensoriale arrivando alla soluzione dei problemi giuridici con gli altri Comuni membri del Consorzio». Necessario poi per la lista 2 «favorire gli interventi per lo sviluppo turistico», recuperando la Rocca e il Convento dei Cappuccini e incentivare «piccole e diffuse attività ricettive», sviluppando le manifestazioni turistico-culturali «nell’intero anno evitando le iniziative costose finora concentrate nei soli mesi di luglio-agosto». Per la frazione di Santa Severa nord: «Occorre realizzare il sottopasso ferroviario per raggiungere in sicurezza la stazione – dice la Ceccarelli – urge l’apertura di una farmacia e c’è bisogno di un confronto permanente con la rappresentanza civica per la soluzione delle problematiche esistenti». Sulla strada della continuità invece la lista 1 ‘‘Progetto Tolfa’’ che sostiene Luigi Landi. «Urbanistica, sviluppo economico, territorio, turismo e politiche ambientali sono gli obiettivi principali – ha spiegato Landi – vogliamo arrivare all’approvazione del Piano Urbanistico Generale Comunale e far sviluppare il territorio con strumenti di pianificazione per potenziare gli insediamenti produttivi e residenziali, incrementare servizi scolastico-ricreativi, individuare siti per attività ludico-promozionali e realizzare un Sistema Informatizzato del Territorio di Tolfa. Vogliamo attivare un ‘‘Geo Blog’’, cioè una pagina web geografica interattiva del territorio, nonché un ‘‘Urban Center’’ in paese e nella frazione di Santa Severa Nord. Vogliamo migliorare poi la rete viaria». Pallino della lista Landi è lo sviluppo economico «che – ha proseguito Landi – non può prescindere dall’offerta turistica legata alle risorse del territorio; bisogna creare in sinergia con l’Agraria un Sistema Turistico Locale e un Sistema Integrato Agricolo per il potenziamento della viabilità rurale, la mappatura della sentieristica, la valorizzazione dei prodotti tipici, il riconoscimento del ‘‘Marchio di Qualità Comunale’’, il recupero degli edifici storici, la realizzazione del parco Archeologico-Monumentale della Rocca dei Frangipane, il rilancio della micro imprenditoria locale e il potenziamento degli insediamenti semi-produttivi esistenti».
Rom. Mos.

ULTIME NEWS