Pubblicato il

Anche Ladispoli ha la sua ‘‘Lola’’

Inaugurato il distributore automatico del latte

Inaugurato il distributore automatico del latte

LADISPOLI – Ricordate lo spot pubblicitario del bimbo che beveva latte fresco, genuino… ‘‘quello della Lola’’, la mucca? Anche Ladispoli ha la sua ‘‘Lola’’ al mercato giornaliero di via Ancona. È una ‘‘Lola’’ finta, un simbolo che però qualifica egregiamente il distributore automatico inaugurato ufficialmente sabato mattina dal Sindaco Crescenzo Paliotta. Introducendo una moneta da un euro, si riempie una bottiglia da un litro di ‘‘Latte crudo alla spina’’ al self service fortemente voluto dall’assessore alle Attività Produttive del Comune di Ladispoli, Marco Pierini. È un servizio che i clienti del mercato stanno apprezzando moltissimo: «Faccio sempre la spesa qui – dichiara la signora Rita – bevo latte e trovo molto buona questa iniziativa». Le fa eco la signora Filomena vicina di fila: «Ottima la scelta di un punto centrale, è più comodo». Dal produttore al consumatore questo latte munto nelle stalle del territorio cerite. Latte ottenuto caparbiamente tra le mille difficoltà che affliggono il settore agropeucario, sempre più ‘‘dominato dalle multinazionali’’, come lamenta il produttore Dante Picotti che dichiara: «Siamo schiacciati dagli aumenti delle materie necessarie agli allevamenti con rincari del 30/40%. È più caro il gasolio per il trasporto, sono più care le bollette dell’energia elettrica, tutto questo a fronte di un piccolissimo aumento del prezzo legato alla qualità. La vendita diretta è un incentivo per sbarcare il lunario». Un po’ di amarezza ma voglia di non mollare. Il mercato giornaliero ospita diversi banchi delle aziende agricole locali: I ‘‘banchi delle vignarole’’ come un tempo si usava chiamare questi punti vendita. I prodotti, tra i quali spicca da padrone il carciofo, sono freschi, di ottima qualità e a prezzi convenienti. Un privilegio che per le grandi città è ormai un lontano ricordo. E allora nella nostra sporta di Via Ancona che non manchi una bottiglia di “quel buono”, di sano latte della “Lola” ladispolana.

ULTIME NEWS