Pubblicato il

Anche l’opposizione di S. Marinella solidale con la causa dei collinari

Decisa presa di posizione di Paola Rocchi e Stefano Massera

Decisa presa di posizione di Paola Rocchi e Stefano Massera

SANTA MARINELLA – Anche Paola Rocchi e Stefano Massera commentano l’ipotesi della discarica ad Allumiere. «Dove li andiamo a mettere – si chiedono i due consiglieri di ‘‘Un’altra città è possibile’’ – e poi a bruciare i rifiuti di Roma? Nel comprensorio che ha il primato della più alta incidenza di leucemie infantili del Lazio secondo i dati dell’osservatorio epidemiologico del Lazio. Esprimiamo la nostra totale contrarietà a questa ipotesi e la solidarietà con i cittadini di Allumiere. Riteniamo una scelta criminale l’ipotesi di incenerire i rifiuti a Torre Valdaliga nord, in un territorio che ha sopportato per decenni la centrale termoelettrica, che attualmente respira i fumi di un porto crocieristico e a breve quelli della centrale a carbone. Che ci sia qualche mente in grado di ipotizzare anche un inceneritore su questo territorio è per noi inconcepibile, fosse anche solo per l’impatto collegato al trasporto dei rifiuti prodotti da Roma fino a Civitavecchia». La Rocchi e Massera chiedono poi al sindaco Bacheca «di mostrare di che pasta è fatto, al di là delle dichiarazioni arroganti che spesso lancia contro chi non la pensa come lui». «Se davvero ha polso – concludono i due consiglieri comunali – si schieri apertamente a fianco di Battilocchio, intraprenda una battaglia per allontanare da questo territorio l’ipotesi di divenire la pattumiera di Roma, facendo pressione presso il sindaco Alemanno». (A.D.A.)

ULTIME NEWS