Pubblicato il

Ancora una denuncia su piazza XXIV Maggio

Il segretario dei Repubblicani Europei Vincenzo Monteduro ha inviato una nuova denuncia alla Procura

Il segretario dei Repubblicani Europei Vincenzo Monteduro ha inviato una nuova denuncia alla Procura

CIVITAVECCHIA – Ancora un esposto alla procura della Repubblica a firma di Vincenzo Monteduro. Il segretario dei Repubblicani Europei è tornato alla carica su Piazza XXIV Maggio e ha denunciato due Dirigenti della Direzione Compartimentale Infrastruttura di Roma e Rete Ferroviaria Italiana S.p.a.. Sotto la lente d’ìngrandimento ancora la palazzina che è in fase di costruzione nell’area ex Enel. ”La Soc. RD Trasporti S.r.l. – scrive il leader dei Repubblicani – dopo aver ottenuto il Permesso di Costruire in data 11 giugno 2008, nr. 29, senza il propedeutico parere ai sensi dell’ art. 60 del D.P.R. 753/80, si attiva presso la “RFI S.p.a”al fine di ottenere tale benestare quale deroga al distacco ordinario di 30.00 mt che normalmente deve essere rispettato dal primo binario. In data 22 dicembre 2008, il Responsabile della “Struttura Armamento e Opere Civili di Roma”, , vista l’istanza protocollo RFI S.p.a. nr. 1366 del 23 giugno 2008 e successive integrazioni rilascia con prescrizioni, ai sensi di legge,l’autorizzazione per l’esecuzione di opere comportanti”. Più sinteticamente, Monteduro sostiene che alcune di queste prescrizioni sarebbero state disattese. “Tra le prescrizioni – continua Monteduro – si dispone che “ tra la nuova palificata e la struttura ferroviaria dovrà essere inserita una intercapedine larga almeno 50/60 cm che dovrà protrarsi fino a tutto il piano interrato del costruendo fabbricato e coperta da una soletta carrabile”; Inoltre, che detto complesso dovrà rispettare la “ minima distanza di 8.00 ml circa dalla più vicina sottostante rotaia, misurata in proiezione orizzontale tra il massimo sporto dell’opera e la suddetta rotaia. Dalle verifica e analisi degli atti e dell’opera in corso di realizzazione, è immediato riscontrare quanto siano state disattese tali prescrizioni che, generano un organismo edilizio difforme di quello che sarebbe “normalmente” dovuto essere”.
Il segretario dei Repubblicani europei invita infine l’Autorità giudiziaria a “porre in essere tutti gli accertamenti del caso e le indagini opportune volti a determinare le effettive responsabilità dei soggetti principali”.

ULTIME NEWS