Pubblicato il

Antenne, Attig conferma la bontà del regolamento

FABIANACIVITAVECCHIA – «I fatti mi stanno dando ragione». L’ex assessore all’Ambiente Fabiana Attig difende il suo operato e, in particolare, lo studio fatto in merito al regolamento per le antenne che ancora è bloccato nei cassetti del Pincio e non riesce ad arrivare in consiglio comunale per l’approvazione definitiva. Un regolamento che, come spiegato anche dal presidnete della commissione Ambiente Riccardo Sbozzi, si è arenato sul sito di via Don Milani, di fronte alla scuola elementare e materna. «Finché non troviamo un’area alternativa – aveva spiegato il consigliere di Forza Italia – non riusciamo ad andare avanti». Ma a quanto pare, a detta dell’ex assessore Attig, un’area alternativa non si troverà mai. «Quando abbiamo individuato i siti non li abbiamo scelti in base alle nostre esigenze o a quelle di alcuni esponenti della maggioranza – ha spiegato l’attuale coordinatore del movimento Freedom – ma secondo le aree di copertura del segnale, su base oggettiva. E se abbiamo individuato la parte alta di via Achille Montanucci è perchè la copertura serve lì. Inutile allora chiedersi, come ha fatto il consigliere Cecchi, perchè non sia ancora stata trovata un’alternativa». L’eventuale antenna, inoltre, a detta della Attig sarebbe posizionata a ben 70 metri dalla scuola. «Siamo stati più che garantisti con il regolamento – ha aggiunto – considerando che la legge, proposta peraltro Gasparri, ministro di An, non fissa vincoli e parametri, concedendo ampia autonomia ai gestori. Noi abbiamo cercato di dire basta al proliferare di antenne, indicando per questo siti esclusivamente comunali, in base al piano di rete degli stessi gestori. Se qualcuno che abita da quelle parti lo sta bloccando solo per esigenze personali, contrariamente a quanto fatto da noi».

ULTIME NEWS