Pubblicato il

Approvati i bilanci delle spa comunali, Etm nel baratro

Oggi le assemblee hanno esaminato i conti del 2009. In equilibrio Etruria Servizi, perdita da 800.000 euro per l'azienda del trasporto pubblico. Necessario un immediato intervento del Comune per reintegrare il capitale. Formalizzate le dimissioni di Lombardi da amministratore unico, dopo la firma sul terzo bilancio consecutivo in perdita

Oggi le assemblee hanno esaminato i conti del 2009. In equilibrio Etruria Servizi, perdita da 800.000 euro per l'azienda del trasporto pubblico. Necessario un immediato intervento del Comune per reintegrare il capitale. Formalizzate le dimissioni di Lombardi da amministratore unico, dopo la firma sul terzo bilancio consecutivo in perdita

CIVITAVECCHIA – Utile netto di circa 40.000 euro per Etruria Servizi, perdita da quasi 800.000 euro per Etm. E’ con questi risultati che oggi le assemblee delle rispettive società del Comune di Civitavecchia hanno approvato i bilanci del 2009. Quest’anno si registra dunque un risultato in equilibrio per l’azienda dei rifiuti, mentre si conferma il profondo rosso per la spa del trasporto pubblico locale, al punto che il patrimonio netto della società è risultato negativo per quasi 300.000 euro. Sarà necessario ora un intervento del socio, il Comune, per reintegrare il capitale prima di procedere alla scissione ed alla successiva fusione con le due holding, la Civitavecchia Infrastrutture, che assorbirà mezzi ed immobili, e la Hcs che invece diventerà titolare del contratto di servizio con il comune, oltre a detenere la partecipazione nella nuova Sot denominata Argo. Sempre oggi l’amministratore unico Massimo Lombardi ha formalizzato in assemblea le proprie dimissioni. Il suo posto sarà preso da Alessio Romagnuolo, già nominato nei mesi scorsi alla guida della Argo.
Per Lombardi in Etm si è trattato del terzo anno consecutivo in perdita. Bisognerà ora vedere se verrà o meno ritenuta applicabile la norma contenuta nella finanziaria 2007 che prevede che non sia nominabile o confermabile come amministratore di enti, istituzioni, azienda pubblica, società a totale o parziale capitale pubblico chi, avendo ricoperto nei cinque anni precedenti incarichi analoghi, abbia chiuso in perdita tre esercizi consecutivi. Lombardi, però, in Etruria Servizi è già stato confermato per un anno, mentre in Hcs ha assunto il ruolo di direttore generale e quindi, formalmente, non è un amministratore della società. Non è da escludere dunque che, al di là della sentenza della Corte dei Conti, il supermanager si sia dimesso prima che comunque gli venisse posto il problema, al di là di quella che sarebbe stata poi l’interpretazione e la conseguente applicazione della norma.

ULTIME NEWS