Pubblicato il

ARI: festa per i 25 anni della postazione

I radioamatori riuniti a poggio ombricolo per illustrare i risultati raggiunti Disponibilità della Fondazione Ca.Ri.Civ. per l’acquisto delle attrezzature

I radioamatori riuniti a poggio ombricolo per illustrare i risultati raggiunti Disponibilità della Fondazione Ca.Ri.Civ. per l’acquisto delle attrezzature

FESTAdi MATTEO MARINARO

ALLUMIERE – Una giornata per ripercorrere insieme i 25 della storia della radio civitavecchiese. Questo lo spirito della festa di domenica scorsa organizzata dalla sezione locale dell’Associazione Radioamatori Italiani. Il gruppo, capitanato dal presidente Massimo Pastore Galderio, si è dato appuntamento alla stazione di Poggio Ombricolo ad Allumiere, dove 25 anni fa veniva installato un vagone di treno che i soci nel tempo hanno trasformato in una postazione ultra-tecnologica attualmente considerata uno degli snodi cruciali dell’Italia centrale in termini di capacità di copertura, e di tecnologia delle trasmissioni. «Siamo orgogliosi del nostro lavoro – hanno spiegato – ringraziamo tutti coloro che hanno reso possibile questa realtà, specie la Fondazione Cariciv, che ci sostiene e ci ha permesso di poter acquistare nuove apparecchiature professionali altamente tecnologiche». E la Fondazione era presente con l’avvocato Sansonetti, coordinatore del settore volontariato, e con il presidente della Ca.Ri.Civ. Massimo Ferri. «L’ente è sempre molto attento a questo tipo di progetti – ha commentato Sansonetti – supportiamo questo gruppo di nostri radioamatori perché svolgono un servizio fondamentale per il territorio, garantendo le comunicazioni ordinarie e le trasmissioni digitali in condizioni disagiate o tecnicamente difficoltose, in contatto con le Prefetture ed i Dipartimenti di Protezione Civile».

ULTIME NEWS