Pubblicato il

Armiamoci e… partiamo

CATTIVI PENSIERI

CATTIVI PENSIERI

di GIAMPIERO ROMITI
 
L’ALVARO FURIOSO – E bravo il Giano bifronte della politicchia locale, Alvaro Balloni. S’è scatenato contro questa rubrica e, per quanto ci riguarda, ha fatto benissimo. In particolare c’è piaciuto il passaggio relativo a “i cittadini sono stufi di sentir parlare di destra e di sinistra; vogliono più sviluppo, più occupazione e una città più vivibile”. Siamo perfettamente d’accordo. E allora il bravissimo consigliere spieghi alla gente quale sviluppo ha registrato la città in questi tre anni di governo delle cosiddette “larghe intese”. Eppoi: è aumentata l’occupazione o la disoccupazione? Infine: scriva un trattato sulla vivibilità di questa Civitavecchia sempre più inquinata. Balloni, poi, si tranquillizzi: non vogliamo né intendiamo giovare a qualche candidato sindaco o ex sindaco né a tutti a due, perché non dobbiamo nulla a nessuno e nessuno ci deve nulla. E ancora. Sì, chi scrive è lo stesso che ha fatto incetta di querele quando ha governato al Pincio il centro sinistra: significa forse che non tiene conto del colore della bandiera che sventola sul balcone del Comune e che invece tenta di provocare delle reazioni positive a beneficio dei cittadini? Chissà, Balloni prima di aprire bocca e darle fiato farebbe meglio a contare fino a dieci. Da ultimo, si informi o meglio verifichi de visu quale esito hanno avuto le querele di cui ha parlato: s’accorgerà di aver sparato una montagnola di stupidaggini. Ps 1 – Riflettendo su quanto sproloquiato da Alvaro “Giano” Balloni, ci siamo convinti che se facesse parte della “rosa” dei candidati a sindaco nella prossima tornata amministrativa, il voto glielo daremmo volentieri.. Per una semplice ma significativa (almeno per noi) ragione: dopo le legislature di quest’ultimo decennio, che definire un pianto è pure poco, il Balloni primo cittadino (in bocca al lupo!!!) sarebbe un inno all’ilarità. E siccome ridere fa bene alla salute (così dicono), gliene saremmo grati. Ah, ah, ah. Ps 2– Ci scusiamo con gli amici lettori di aver dedicato tutto questo spazio a Balloni, ma la sua sortita è stata così ridicola che non abbiamo potuto farla cadere nel nulla. Un fatto è però certissimo: non succederà più, dato che “Cattivi pensieri” ha ben altro di cui occuparsi rispetto alle repliche incomprensibili e che in realtà non… replicano a nulla. Ps 3 – Della serie “anche le formiche s’incazzano”, il caro Giano ha fatto il muso duro con il Marchese del Pincio. E’ notizia? Sicuro. In sintesi Balloni ha sibilato che per il sindaco non possono esserci “progetti-figli” e “progetti-figliastri”. Chiaro il concetto, no? Cioè: “certi” atti amministrativi vengono approvati con la velocità della luce, quelli che interessano l’ottimo Alvaro e i suoi fidi sono invece congelati. Insomma una situazione intollerabile. E , ha tuonato Balloni. Burrasca in vista? Chi vivrà vedrà. Ben sapendo, però, che picchiare con la mano destra per raccogliere con la sinistra di solito dà frutti appetitosi…
OTTIMA IDEA…- quella del consigliere provinciale, Gino De Paolis, di costituire un comitato di lotta e resistenza contro . Si tratta di una presa di posizione netta e convinta, ma la domanda nasce spontanea: se realmente dovesse concretizzarsi la situazione di cui sopra, la stessa verrebbe affrontata con decisione e granitica unità di intenti? La riconversione di Torre Valdaliga Nord non ebbe forse la straordinaria capacità di scatenare una violenta guerra tra poveri? Una guerra le cui conseguenze si stanno riverberando oggi sulla città perché ha generato migliaia di disoccupati e zero ricchezza per le imprese che versano adesso  lacrime amare, peraltro così “coccodrillesche” da rischiare di non meritare comprensione e nemmeno considerazione. Ma tant’è, Civitavecchia è ormai vittima di se stessa perché da anni non più reattiva ma al contrario rassegnatissima ed incapace di opporsi alle scelte che piovono dall’alto – con la benedizione di una mediocre classe dirigente asservita ai poteri forti, che sa interpretare assai bene soltanto il ruolo di gregario – e che non sono di alcun giovamento alla collettività. E’ chiaro, però, che la speranza di un improvviso rigurgito d’orgoglio e la voglia di recuperare la dignità perduta hanno bisogno di essere alimentate specie da chi non intende assistere passivamente alla definitiva distruzione di un territorio già abbondantemente stuprato. Giusto e giustificato, quindi, l’Sos lanciato dal De Paolis ma, nel caso in cui dovessero diventare realistici i progetti della discarica e dell’inceneritore, si scongiuri il pericolo che “l’armiamoci e partiamo” diventi “armiamoci e partite”. A buon intenditor poche parole. E’ domenica e il solleone ne brucia di energie: piazzatevi, pertanto, all’ombra per non deludere la vostra donna stanotte.
ULTIME NEWS