Pubblicato il

Asl, Lancianese difende Squarcione

CIVITAVECCHIA – «I continui, ed ormai isolati ed incomprensibili, attacchi alla dirigenza dell’Asl RmF portati avanti dall’assessore Udc civitavecchiese, che hanno preso spunto da un episodio totalmente chiarito nel suo significato tecnico e gestionale, tant’è che lo stesso Sindaco di Civitavecchia, responsabilmente, non ha assunto posizioni negative dopo aver approfondito atti, intenzioni ed obiettivi sottesi, fa obbligatoriamente nascere alcuni interrogativi politici seri». È quanto dichiara il consigliere provinciale del Pdl, Gabriele Lancianese, affermando che «l’attacco è portato nei confronti dell’unico direttore generale nominato dalla precedente giunta regionale che non ha utilizzato i decreti regionali di riordino in sanità per aizzare proteste di piazza contro l’attuale giunta, ribadendo come solo il livello istituzionale potesse intervenire riequilibrando una situazione che è sempre stata correttamente e razionalmente discussa con i Sindaci del territorio nella sua complessità e serietà». «Allora una questione politica è: perché tutto ciò nasce da un assessore, solo e da solo, mentre il suo Partito ed il suo Segretario politico, che nella Asl lavora e che in Asl è presente ai massimi livelli decisionali e di contrattazione tace? Eppure – conclude – molti sono stati i suoi interventi “contro” i decreti della Presidente Polverini. Non concorda col suo Assessore, mentre è solidale con l’attuale Direzione?».

ULTIME NEWS