Pubblicato il

Attività produttive, arriva lo sportello unico

CERVETERI – Con l’assegnazione delle deleghe a tutti gli assessori, continua il lavoro della Giunta del sindaco Gino Ciogli per fornire risposte significative ai cittadini di Cerveteri. In questi giorni è stato istituito lo Sportello unico per le attività produttive, un progetto nato per favorire le iniziative a sostegno delle piccole e medie imprese che sono la colonna vertebrale dell’economia del litorale. “Con questa iniziativa fortemente voluta dal sindaco Gino Ciogli – dice il vice sindaco ed assessore alle Attività Produttive, Caterina Intragna – Cerveteri compie un altro passo nella direzione del rilancio dell’economia legata alla nascita delle imprese avviate soprattutto dai giovani. Con lo sportello Suap nella nostra città i tempi si abbatteranno notevolmente per aprire un’impresa. Il nostro Comune attiverà uno sportello che riceva, analizzi e smisti tutta la documentazione necessaria all’esercizio o alla localizzazione di una attività produttiva o di una prestazione di servizi. Fare impresa nel 2011 sarà più semplice grazie al Suap e la conversione delle procedure da cartacee a online. Tutti dobbiamo dare prova di efficienza e di volontà di favorire con i fatti la ripresa economica, serve uno slancio di innovazione che l’amministrazione del sindaco Ciogli intende favorire in ogni modo. Avere un’impresa sul proprio territorio e dialogare direttamente con essa, qualifica il Comune e porta ricchezza in termini sociali. Lo Sportello Unico è pensato per sfruttare la tecnologia a vantaggio dell’imprenditore che in poche ore può trovare risposte e ricevere autorizzazioni per aprire la sua attività, ma anche per comunicare con la Pubblica Amministrazione nelle altre fasi di vita dell’azienda. Un dato che non richiede ulteriori commenti se pensiamo alle normali tempistiche in uso con l’invio dei documenti in forma cartacea e ai successivi controlli e verifiche”. E sullo Sportello unico per le attività produttive è pronto a scommettere anche il primo cittadino che ha seguito passo passo l’iter del progetto. “Quello dei tempi e dei costi della burocrazia – ha aggiunto il sindaco Ciogli – è un problema che tutte le categorie produttive segnalano ogni giorno e sul quale dobbiamo saper cambiare passo, dato che le nostre imprese non possono più permettersi lungaggini che possano compromettere la capacità di produrre e competere. Non serve eliminare le regole, ma farle rispettare nel modo più efficiente e rapido possibile”.

ULTIME NEWS