Pubblicato il

Authority, il Ministro stringe i tempi

Partita in serata la richiesta di terne ai 10 enti indicati dalla legge. Il gabinetto di Matteoli sollecita una risposta "urgente" per procedere alla nomina del nuovo presidente di Molo Vespucci

Partita in serata la richiesta di terne ai 10 enti indicati dalla legge. Il gabinetto di Matteoli sollecita una risposta "urgente" per procedere alla nomina del nuovo presidente di Molo Vespucci

CIVITAVECCHIA – Partita questa sera dal Ministero delle Infrastrutture la richiesta di terne per la nomina del presidente dell’Autorità Portuale. I fax con le richieste delle terne sono arrivate poco dopo le 18 ai sindaci di Civitavecchia, Fiumicino, Gaeta e Tarquinia, ai presidenti delle Province di Roma, Viterbo e Latina, ai presidenti delle Camere di Commercio di Viterbo, Roma e Latina. Il gabinetto del ministro Matteoli sollecita una risposta “urgente”: a piazza della Croce Rossa si vogliono dunque stringere i tempi. Segno che è stato trovato un accordo a livello nazionale e regionale sul prossimo presidente dell’Authority? Vedremo nelle prossime settimane. “Con decreto 16 novembre 2010 – si legge nel fax inviato dal Ministero – è stato disposto il commissariamento dell’Autorità portuale fino alla nomina del nuovo presidente. Pertanto, al fine di pervenire alla suddetta nomina, si invitano codesti enti, ai sensi dell’articolo 8 comma 1 della legge 84/94, a voler fornire, con ogni consentita urgenza, le designazioni di competenza, avendo cura di corredare le stesse di un dettagliato curriculum che comprovi la prevista qualificazione professionale dei candidati nei settori dell’economia, dei trasporti e portuale”.

ULTIME NEWS