Pubblicato il

Bartoli: il pm chiede 8 anni

CIVITAVECCHIA – Otto anni di reclusione e ventimila euro di multa. Questa la richiesta del Pubblico Ministero Giuseppe Deodato al termine della requisitoria nel processo a carico del civitavecchiese Gianfranco Bartoli, accusato di induzione alla prostituzione e di violenza sessuale su minore; crimini, questi, che Bartoli, secondo la pubblica accusa, avrebbe commesso con coscienza e volontà, così come accertato dalla perizia psicologica effettuata sull’imputato. La richiesta, inoltre, tiene conto del difficile percorso di vita affrontato dall’ imputato in virtù del quale, secondo il Pm, devono essergli comunque riconosciute le attenuanti generiche. Sulla stessa linea gli avvocati di parte civile, Daniele Barbieri, Roberta Sacco e Paolo Malasoma, chiamati a discutere dopo la requisitoria del Pubblico Ministero. Ciascuno ha richiesto al Collegio, oltre alla condanna dell’ imputato, anche un risarcimento per i danni subiti dai loro assistiti. Il processo è stato così aggiornato al 24 marzo prossimo per la discussione dell’ avvocato difensore dell’ imputato, Andrea Miroli, e la sentenza.

ULTIME NEWS