Pubblicato il

Basta con le chiacchiere e s'intervenga per salvare le palme

Ringrazio il signor Sbrozzi per la risposta al mio articolo sul punteruolo rosso, devo però fargli presente che non sono “sponsor” di nessuno, se non della salvaguardia del verde e dell’ambiente e vanto una certa competenza sull’argomento che mi deriva da un passato professionale da florovivaista. Egli mi ricorda che c’è un Assessorato preposto a risolvere questo problema…bene, allora che lo faccia concretamente. Il rimedio a cui io mi riferivo nell’articolo, cioè punture di insetticida nel tronco, è quello più immediato al momento, se non per risolvere il problema, almeno per arginarlo in attesa che si trovi un antagonista del parassita. Sbrozzi aggiunge che la cifra stimata in cinquecentomila euro si riferiva, probabilmente, anche alle palme situate in giardini privati…ma non mi risulta che questa spesa debba essere a carico della amministrazione comunale. Il procedimento di cura proposto dalla ditta che io ho sottoposto alla attenzione dell’Assessorato all’ambiente, come si può leggere nel documento in vostro possesso dal 10 febbraio u. s., è in linea con il protocollo regionale di profilassi contro il punteruolo. Comunque le chiacchiere stanno a zero: intervenite subito ed in fretta come e con chi vi pare, altrimenti entro due o tre anni non avremo più una palma nella nostra città. Lo stesso dicasi per Santa Marinella e comprensorio. Non credo che i cittadini che vi hanno votato ne siano contenti! Cordiali saluti.

Stefano Borghetti

ULTIME NEWS