Pubblicato il

Battilocchio difende il progetto a La Bianca

ALLUMIERE – «Altro che cementificazione. Con questa delibera andiamo a garantire una risposta concreta alla cittadinanza». Ne è convinto il sindaco di Allumiere Augusto Battilocchio, che insieme alla maggioranza del consiglio comunale e alla segreteria politica del Pd replica all’opposizione che ha criticato il piano di zona L 167/1962 nella frazione La Bianca approvato nei giorni scorsi in consiglio comunale, anche con il parere favorevole di due consiglieri della minoranza. Anzi, a supporto della sua tesi, il sindaco Battilocchio confronta i 9. 155 metri cubi totali di cubatura previsti, con un indice di edificazione pari allo 0.7 mc/mq, con i 27.300 mc totali e l’1.8 mc/mq di indice fondiario relativo al progetto in località Bolzella approvato nel 1985 dall’allora assessore Umberto Di Pietrantonio, oggi capogruppo di opposizione. «Il nostro progetto prevede – ha aggiunto – una palazzina di tre piani di 9.5 metri con 12 appartamenti, un’altra simile, ma di 9 appartamenti a prezzo calmierato, entrambe con parcheggi, 5 villini bifamiliari ad un solo piano per 10 alloggi a prezzo calmierato, 30 nuovi posti auto pubblici. Nel progetto alla Bolzella si parlava di 9 edifici da 3 o 4 piani per un totale di 62 appartamenti: anzi, sono stati spesi ulteriori 600 mila euro per consolidare terreni franosi. A questo punto ci chiediamo quale, tra le due, può essere definita un’opera di cementificazione».

ULTIME NEWS