Pubblicato il

Bocconi avvelenati: cane in fin di vita salvato in extremis dai Carabinieri

ALLUMIERE. I militari sono intervenuti su segnalazione dei cittadini

ALLUMIERE. I militari sono intervenuti su segnalazione dei cittadini

 ALLUMIERE – Continua in collina l’emergenza avvelenamento dei cani. Dopo la morte di ben sette cani padronali per avvelenamento, anche oggi pomeriggio in collina, infatti, i Carabinieri di Allumiere, impegnati in un servizio di controllo del territorio, sono accorsi dopo una segnalazione: in un parcheggio del paese è stato trovato un cane in evidente stato di avvelenamento, con ‘‘bava’’ alla bocca e tremante. Gli uomini della caserma collinare hanno preso il cane e subito lo hanno portato dalla veterinaria Angela Mellini, la quale ha praticato al povero animale un pronto intervento iniettando atropina. Con questa operazione la dottoressa Mellini ha salvato il cane. I carabinieri hanno poi contattato i proprietari del cane che hanno potuto riabbracciare il loro adorato amico. A quanto sembra nelle polpette avvelenate che stanno creando questa morìa di cani c’è veleno antilumaca. La cosa che fa temere di più è che il segugio che è morto martedì è deceduto in appena 15 minuti dal momento in cui ha addentato il boccone, ciò fa capire la pericolosità di questa situazione e la gente è sempre più preoccupata: «A parte il timore di tutti i padroni dei cani che temono per l’incolumità dei propri amici a quattro zampe c’è anche quello delle famiglie: se per caso i nostri bambini venissero a contatto con queste sostanze potrebbero avvelenarsi – scrivono tantissime mamme e papà preoccupati – vogliamo al più presto che l’amministrazione comunale o chi è preposto operi al più presto una disinfestazione. Ci piacerebbe sapere che cosa stanno facendo le Guardie Forestali e che cosa pensa di fare il comune per sistemare questa situazione». (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS