Pubblicato il

Canapini: "Gli atti dell'amministrazione sono a disposizione di tutti i consiglieri comunali"

FIUMICINO – “Le norme che regolano l’accesso agli atti dell’amministrazione comunale sono contenute nel regolamento del consiglio comunale e sono perfettamente rispondenti al contenuto del Testo Unico degli Enti Locali che ne prevede le modalità”. E’ quanto dichiarato dal sindaco di Fiumicino Mario Canapini in merito al comunicato stampa del consigliere comunale Paolo Calicchio che denuncia una mancata concessione da parte del comune di Fiumicino a documentazione richiesta. “Tutti gli atti dell’amministrazione comunale – ha spiegato il sindaco Canapini –sono a disposizione dei consiglieri comunali che ne facciano richiesta. Non è facoltà del Sindaco o degli assessori accettare o rigettare tali istanze, ma esclusiva competenza dei Dirigenti che ne valutano le effettive necessità e opportunità in base a quanto disposto dalla legge. E’ ora che il consigliere Calicchio la pianti di fare terrorismo mediatico inventandosi fatti pur di promuoversi paladino della moralità del territorio. Soprattutto è ora che la smetta di dire cose false. Ed è assolutamente falso che i nostri uffici hanno negato il rilascio della documentazione da lui richiesta. Infatti il consigliere Calicchio ha inoltrato una richiesta di accesso agli atti il 1 ottobre c.a. mettendo quali destinatari della stessa lettera sia la Procura della Repubblica sia la nostra amministrazione comunale creando confusione su chi effettivamente dovesse rispondere alla sua nota, ed è stato gentilmente invitato dai nostri uffici a riformulare la richiesta nei modi previsti dalla legge. Il consigliere Calicchio ha quindi protocollato il 22 ottobre u.s. una nuova nota specificando che la sua richiesta era indirizzata alla nostra amministrazione. Secondo quanto dettato dalle norme che regolamentano la materia, l’amministrazione comunale ha trenta giorni di tempo per consegnare i documenti richiesti che quindi scadono il 21 novembre p.v. Comunque invito il consigliere Calicchio a tranquillizzarsi perché l’amministrazione risponderà nei tempi previsti dalla Legge. Speriamo, per il bene del nostro territorio – ha concluso il Sindaco – che il collega Calicchio la pianti di arrampicarsi sugli specchi e cominci a fare un’opposizione costruttiva che sarebbe molto più utile ai nostri concittadini”.

ULTIME NEWS