Pubblicato il

Casette, il maltempo frena i lavori

"Villaggio della solidarietà", slitta la consegna prevista per Natale. L’assessore Nunzi: «La prossima settimana incontro la ditta per rivedere il cronoprogramma». Ancora non si sa nulla della commissione ad hoc che avrebbe dovuto stabilire le assegnazioni

"Villaggio della solidarietà", slitta la consegna prevista per Natale. L’assessore Nunzi: «La prossima settimana incontro la ditta per rivedere il cronoprogramma». Ancora non si sa nulla della commissione ad hoc che avrebbe dovuto stabilire le assegnazioni

CIVITAVECCHIA – Colpa del maltempo. E così le quaranta famiglie che aspettavano di poter entrare nella nuova casa promessa dal Comune entro la fine di dicembre, festeggiando così al meglio il Natale, dovranno ancora attendere. La conferma arriva dall’assessore all’Urbanistica Mauro Nunzi, che ammette come le piogge di questi giorni hanno rallentato i lavori al ‘‘Villaggio della Solidarietà’’ che sta sorgendo a San Liborio per far fronte all’emergenza abitativa, «tanto che – ha spiegato – alla fine della prossima settimana ci dobbiamo incontrare con la ditta che sta portando avanti l’opera per rivedere il cronoprogramma. I lavori – ha poi aggiunto l’assessore Nunzi – sono a buon punto. Purtroppo oggi dobbiamo fare i conti con il brutto tempo, che ci ha già “rubato” tra i 15 e i 20 giorni. Stiamo completando le fognature, le strade di accesso, il piazzale e i parcheggi; ma nei giorni scorsi c’era tutto fango nell’area di cantiere. E per terminare queste opere abbiamo bisogno che si asciughi tutto». A settembre, nel corso di un sopralluogo congiunto, il sindaco Moscherini e gli assessori all’Urbanistica e alla Casa Nunzi e Frascarelli avevano annunciato che entro Natale avrebbero consegnato le chiavi alle 40 famiglie interessate. Ma per le ‘‘casette di legno’’ c’è ancora da aspettare. «Natale è dietro l’angolo – ha aggiunto Nunzi – abbiamo perso del tempo e non riusciremo a completare tutto. Ma da parte nostra c’è il massimo impegno». Rimane aperta la questione della graduatoria per l’assegnazione delle casette; a quanto pare non sarebbe ancora stata definita, con i tre amministratori che avevano garantito l’immediata riunione di una apposita commissione.

ULTIME NEWS