Pubblicato il

Cc, arrestati 10 topi d'appartamento: quattro sono di Cerveteri

CERVETERI – Sono 10 i topi d’appartamento finiti, nelle ultime ore, nella rete dei Carabinieri, impegnati nei vari servizi di pattugliamento nei pressi degli stabili incustoditi e nei vari quartieri della Capitale. Il primo a finire in manette è stato un romeno di 18 anni che, in via Monte Nevoso, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Città Giardino mentre tentava di introdursi nell’abitazione di un 60enne. Il giovane è stato sorpreso dai militari mentre stava forzando la grata di ferro posta a protezione di una finestra dell’appartamento. L’allarme è scattato grazie alle segnalazioni di alcuni condomini che hanno chiamato il 112. L’intervento tempestivo dei Carabinieri ha permesso di fermare ed arrestare il ladro che sarà giudicato con rito direttissimo. In via Castiglione del Lago, i Carabinieri della Stazione Roma Ponte Milvio hanno arrestato, in flagranza di reato, 2 nomadi di 15 e 17, pregiudicati, domiciliati presso il campo nomadi di “Tor di Quinto”, sorpresi all’interno dell’abitazione di una 36enne mentre facevano incetta di monili in oro ed apparecchiature elettroniche. I ladruncoli sono stati fermati e la refurtiva recuperata. Sequestrati inoltre gli arnesi da scasso utilizzati per il furto. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trionfale, in via Augusto Tamburini, hanno fatto scattare le manette ai polsi di 3 pregiudicati, 2 romani di 22 e 43 anni ed una albanese di 25. I 3 dopo aver forzato il cancello esterno ed il portone d’ingresso dello stabile, sono stati sorpresi dai militari, mentre, armati di cacciavite e piede di porco, si trovavano all’interno dell’abitazione di proprietà di una 48enne. Arrestati con l’accusa di furto in abitazione, saranno giudicati con rito direttissimo. I Carabinieri della Stazione Roma Monte Mario, infine, hanno denunciato, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e possesso ingiustificato di attrezzi atti allo scasso, 4 italiani di 21, 29, 30 e 41 anni, tutti residenti a Cerveteri, già pregiudicati per reati contro il patrimonio e la persona. I 4, a bordo di una utilitaria nei pressi di via Misuria, non si sono fermati all’alt dei militari, proseguendo la corsa e successivamente abbandonando l’autovettura nei pressi del Parco dell’Insugherata per proseguire la fuga a piedi all’interno dello stesso. Inseguiti e fermati, sono stati trovati in possesso di una bomboletta di schiuma rapida al silicone utilizzata per l’isolamento dei sistemi d’allarme delle abitazioni, un frullino elettrico munito di 12 lame da ricambio, un piccone in ferro di 50 cm, 2 grossi cacciaviti, 4 paia di guanti da lavoro rivestiti in gomma, una torcia, una prolunga elettrica e un telefono cellulare: il tutto nascosto nel portabagagli dell’auto e successivamente sequestrato.

ULTIME NEWS