Pubblicato il

Civitavecchia si è stretta attorno alle vittime

Anche la città ha voluto testimoniare la propria vicinanza alle popolazioni colpite Tre minuti di silenzio al campo di Prata D’Ansidonia

Anche la città ha voluto testimoniare la propria vicinanza alle popolazioni colpite Tre minuti di silenzio al campo di Prata D’Ansidonia

CIVITAVECCHIA – E ieri è stato invece il giorno del silenzio e della riflessione. Si sono svolti infatti in mattinata i funerali delle vittime del terremoto dell’Abruzzo, celebrati dal segretario di stato Vaticano Tarcisio Bertone nella piazza d’armi della caserma della Guardia di Finanza all’Aquila.
Se a Prata D’Ansidonia i volontari della Protezione Civile hanno osservato tre minuti di silenzio per riprendere poi il lavoro, anche Civitavecchia ha voluto mostrare vicinanza alle vittime. La coccarda viola che è stata posta fuori il negozi di materassi di via Mazzini, in zona mercato, è l’emblemaSERRANDA della solidarietà dei civitavecchiesi. Molti esercizi commerciali, infatti, hanno abbassato le saracinesche dei propri negozi in segno di lutto: c’è chi ha spento le luci, chi ha abbassato del tutto la musica di sottofondo che accompagna le persone negli acquisti. C’è chi ha osservato minuti di silenzio in ufficio e chi invece, come la compagnia della Guardia di Finanza di corso Centocelle o l’Autorità Portuale a Molo Vespucci, ha deciso di abbassare a mezz’asta le bandiere, proprio per ricordare le oltre 200 vittime del tragico terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo e toccato tutta l’Italia.

ULTIME NEWS