Pubblicato il

Clima rovente ad Allumiere in vista delle elezioni dell’Agraria

Il 19 e 20 giugno si voterà per rinnovare l’amministrazione dell’ente collinare. Sempre più infuocata la campagna elettorale con botta e risposta al vetriolo fra le due liste. Pasquini ha presentato il suo gruppo, la prossima settimana tocca a Superchi

Il 19 e 20 giugno si voterà per rinnovare l’amministrazione dell’ente collinare. Sempre più infuocata la campagna elettorale con botta e risposta al vetriolo fra le due liste. Pasquini ha presentato il suo gruppo, la prossima settimana tocca a Superchi

ALLUMIERE – Si fa sempre più infuocata la situazione ad Allumiere in vista delle elezioni del prossimo 19 e 20 giugno, quandi gli allumieraschi saranno chiamati alle urne per sciegliere la prossima assise dell’Ente collinare. In questi giorni che precedono le elezioni si sta registrando una campagna elettorale davvero al vetriiolo fra el due liste che si contendono la massima poltrona dell’Ente. Piazza della Repubblica ha fatto da cornice alla presentazione della lista 1 ‘‘Tradizioni e Innovazione per Allumiere’’ (formata da Pd, Socialistie Rete dei Cittadini) che sostiene come candidato presidente Antonio Pasquini. «Il nostro programma è composto da 12 punti strategici per il futuro di Allumiere e dell’utenza – ha spiegato Pasquini – siamo una lista di continuità e il nostro obiettivo principale è valorizzare il territorio, combattere in maniera sinergica la crisi occupazionale e creare un valore aggiunto alle famiglie». La lista di Pasquini propone un programma che tiene conto della getione del territorio e dei sevizi all’utenza; la valorizzazione dell’asino e la promozione delle tradizioni locali; la realizzazione del polo fieristico alla Giovita e creazione di ippovie; la realizzazione del parco archeologico-minerario-ambientale nel Faggeto; iniziative per l’ambiente, per la caccia, il territorio e il tempo libero, per la selvicoltura, per la zootecnia e l’agricoltura, per la valorizzazione dei prodotti tipici, dell’educazione all’ambiente e degli investimenti per combattere la disoccupazione». Contrapposto al gruppo di Pasquini c’è ‘‘Terre Nostre’’ che sostiene invece Alfonso Superchi come presidente. «Proponiamo trasparenza della gestione amministrativa e partecipazione attiva dei cittadini per la formazione delle scelte e difesa dell’ambiente. Negli ultimi anni la gestione dell’Agraria viveva nella confusione e nel totale immobilismo per una direzione personalistica dell’Ente – ha spiegato Superchi – la nostra è una lista Civica che vuole riportare la gestione dell’Agraria ad una dimensione normale, senza mirabolanti promesse. Ci rivolgiamo ai cittadini che hanno la nostra stessa esigenza: sostituire una classe dirigente ormai cristallizzata da troppi anni di potere incontrastato. E’ stato gettato fango su di noi, ci si accusa di torbide manovre sotterranee, la verità è un’altra: hanno paura delle persone libere». Sulla stessa linea il consigliere comunale d’opposizione, Roberta Morbidelli che ha sottolineato: «Finalmente ad Allumiere, grazie a questa lista, sono caduti gli steccati, ci sono solo persone libere che vogliono il bene dell’Ente».

ULTIME NEWS