Pubblicato il

Con la pala contro il maresciallo: resta in carcere il 45enne

SANTA MARINELLA. Udienza di convalida d’arresto stamattina per l’aggressore Il giudice Giovanni Giorgianni ha deciso di lasciarlo a Borgata Aurelia per il pericolo di reiterazione di reato L’avvocato Maruccio: «Speriamo venga ridimensionato presto questo episodio limitandolo ad una specifica reazione»

SANTA MARINELLA. Udienza di convalida d’arresto stamattina per l’aggressore Il giudice Giovanni Giorgianni ha deciso di lasciarlo a Borgata Aurelia per il pericolo di reiterazione di reato L’avvocato Maruccio: «Speriamo venga ridimensionato presto questo episodio limitandolo ad una specifica reazione»

S. MARINELLA – Resta in carcere il santamarinellese che martedì, per motivi di gelosia, ha aggredito a colpi di pala un maresciallo dei carabinieri, libero dal servizio. Stamattina si è svolta l’udienza di convalida d’arresto, con l’uomo assistito dall’avvocato Pier Salvatore Maruccio che aveva chiesto al giudice Giorgianni la remissione in libertà o, in subordine, una misura cautelare meno restrittiva. Ma il giudice, pur riconoscendo la collaborazione dell’uomo che ha raccontato per filo e per segno i dettagli dell’episodio, lo ha lasciato a Borgata Aurelia, motivando la scelta con la possibilità di reiterazione del reato. L’uomo, davanti al giudice, ha spiegato i motivi del folle gesto, la gelosia, il fatto che già da tempo sospettasse che la moglie lo stesse tradendo con qualcuno. Finché, qualche giorno fa, il sospetto si è fatto quasi certezza. E così l’altra mattina, non trovando la moglie a casa, ha pensato bene di andarla a cercare per Santa Marinella, sorprendendola in una zona di campagna, insieme proprio al carabiniere. A quel punto, accecato dalla gelosia, avrebbe prima mandato in frantumi il vetro dell’auto con la quale i due si erano appartati, e colpito poi il rivale in amore al braccio. «Spero venga ridimensionato presto questo episodio – ha commentato l’avvocato Maruccio – correttamente limitato al momento e ad una specifica reazione, perfettamente comprensibile, umanamente forse condivisibile, ma che altrettanto evidentemente deve conciliarsi con l’osservanza della legge».

ULTIME NEWS