Pubblicato il

Concorso Internazionale di Fotografia affondato nell’indifferenza

Il ‘‘Francesco Forno’’ non si farà per mancanza di sponsor.«Snobbati dai politici, ci hanno aiutato solo Fondazione Cariciv e Molinari»

Il ‘‘Francesco Forno’’ non si farà per mancanza di sponsor.«Snobbati dai politici, ci hanno aiutato solo Fondazione Cariciv e Molinari»

CIVITAVECCHIA – Il “13° Concorso Internazionale di Fotografia Francesco Forno – Trofeo L’Uomo e il mare”, quest’anno non si farà. Lo annuncia la stessa associazione che lo organizza dal 1996 e lo ha fatto diventare un appuntamento di rilievo mondiale. «Civitavecchia – afferma Gianfranco Forno – non merita, a causa dei politici che amministrano la città, che l’Associazione continui a fare sacrifici, soprattutto personali, per realizzare il Concorso che ha portato nel mondo, da nove anni, il nome della nostra città». Tutto ciò, malgrado la manifestazione, per la terza volta, abbia ricevuto dalla Federazione Italiana Associazioni Fotografiche (FIAF) la Menzione d’Onore, che sarà consegnata in occasione del 61° Congresso Nazionale a FIAF che si terrà a Recanati l’8 e il 9 maggio 2009. «A nulla – prosegue Forno – è valso avere il miglior catalogo del mondo e la concessione di una medaglia d’argento dal Presidente della Repubblica per le ultime otto edizioni del Concorso. Le istituzioni ed i grandi sponsor di Civitavecchia, Sindaco, Enel, Tirreno Power in testa, continuano a snobbare, malgrado impegni formali (vedi la Delibera 104 del 9 maggio 2007 del Commissario Prefettizio Dott.ssa Iurato, che impegna l’amministrazione comunale a stanziare nei bilanci annuali i soldi per la manifestazione). Solamente due realtà cittadine, alle quali va il più sentito ringraziamento dell’Associazione, la Fondazione Cassa Risparmio di Civitavecchia e la società Molinari, hanno contribuito fattivamente per tutti gli anni, al mantenimento del Concorso». «Il Sindaco Moscherini – conclude Forno – recentemente, nel suo saluto alla edizione internazionale del torneo di tennis, ha sottolineato come “l’amministrazione non può non sostenere chi regala ribalte internazionali”. Forse perché tale manifestazione può portare dei consensi alla sua traballante e confusionaria amministrazione? Le ultime speranze, per quest’anno, di non interrompere il Concorso sono legate alle richieste fatte alla Provincia ed al Comune di Roma. Se le risposte saranno positive, insieme alla consueta collaborazione della Fondazione e della Molinari, per la metà di dicembre riusciremo a realizzare il Concorso».

ULTIME NEWS