Pubblicato il

Condotta ‘‘sospetta’’ a via Dalmazia, indaga la Procura

La Guardia di Finanza ha verificato la presenza di uno scarico scollegato da qualsiasi impianto di depurazione Campidonico: «Abbiamo monitorato la situazione: pronti a mettere in campo una serie di interventi» Assobalneari plaude all’inchiesta coordinata da Amendola: «Entusiasti delle rassicurazioni della Capitaneria»

La Guardia di Finanza ha verificato la presenza di uno scarico scollegato da qualsiasi impianto di depurazione Campidonico: «Abbiamo monitorato la situazione: pronti a mettere in campo una serie di interventi» Assobalneari plaude all’inchiesta coordinata da Amendola: «Entusiasti delle rassicurazioni della Capitaneria»

CIVITAVECCHIA – Le rassicurazioni della Capitaneria di Porto circa l’inquinamento in mare, la necessità di non creare psicosi e l’assenza di una vera e propria emergenza liquami rassicura senza dubbio bagnanti e residenti del litorale, ma non frena le indagini della Procura della Repubblica, coordinate direttamente dal procuratore capo Gianfranco Amendola. Nei giorni scorsi, infatti, sia la Capitaneria di Porto che il Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza sono stati impegnati in verifiche a tutto campo e controlli, soffermandosi in modo particolare sul funzionamento dei depuratori dei comuni del comprensorio, fossi e possibili scarichi inquinanti. In questo contesto è stato individuato proprio dalla Guardia di Finanza, e monitorato attentamente, un problema riguardante via Dalmazia: qui, a quanto pare, ci sarebbe uno scarico diretto in mare, con le acque nere che non passerebbero attraverso alcun impianto di depurazione. Uno scarico a mare tenuto sotto controllo da parte degli inquirenti. «Siamo a conoscenza di questa situazione – ha riferito l’assessore alle manutenzioni Mauro Campidonico – abbiamo per questo ispezionato l’area con un georadar, abbiamo seguito il percorso della condotta che sembrerebbe scaricare in porto: ma non sono stati riscontrati sversamenti di liquami. Per ora pare che pochissime abitazioni di via Dalmazia scaricano in quella tubatura, che risale a moltissimi anni fa: comunque ci stiamo impegnando, dopo le verifiche messe in campo, a disporre degli interventi per risolvere il problema, riallacciando la condotta all’impianto di sollevamente all’altezza di Varco Fortezza». Intanto anche l’Assobalneari è intervenuta per sottolineare l’importanza dell’apertura di un’indagine da parte della Procura sul presunto inquinamento del mare. «Tiriamo un sospiro di sollievo – spiegano – sull’assoluta balneabilità delle acque del mare del litorale nord. Chiediamo alla Capitaneria di Porto e all’Arpa Lazio di proseguire con il monitoraggio del mare con sempre maggior continuità in modo da poter agire con tempestività laddove si riscontrino fatti episodici che potranno essere puniti con grande severità: per il resto invitiamo i turisti a recarsi nel nostro litorale».

ULTIME NEWS