Pubblicato il

Confcommercio: "Etruria faccia chiarezza sulla tariffa rifiui"

CIVITAVECCHIA – «Il Comune e l’Etruria Servizi chiariscano al più presto quale è la situazione relativa al pagamento della tariffa sui rifiuti». Lo chiedono a gran voce dalla Confcommercio il presidente Vincenzo Palombo e la segretaria Barbara Mantovani, a seguito delle numerosissime richieste di spiegazioni via fax, via telefono e email che sono giunte da parte degli iscritti, una volta ricevute le bollette. «Si parla di primo acconto di fattura, in scadenza il 15 aprile prossimo – spiegano – ma non è chiaro quanto effettivamente ci sia poi da pagare. Le poche notizie che ci arrivano, prevalentemente dalla stampa, parlando di un aumento del 30% con quattro bollettini inviati e privati e oepratori commerciali invece dei soliti tre: il tutto senza avviso o alcuna informazione precisa in merito. Sappiamo tutti che Etruria Servizi ha delle difficoltà economiche: non vorremmo essere noi, però, a rappresentare il suo salvadanaio, soprattutto in questo periodo di crisi». Da qui nasce la richiesta di un chiarimento immediato da parte della municipalizzata. «In caso contrario – ha aggiunto il presidente Palombo – ci riserveremo di chiedere una consulenza ai nostri avvocati per percorrere, eventualmente, anche le vie legali o promuovere iniziative di protesta collettiva».

ULTIME NEWS