Pubblicato il

Controesodo: controlli a tappetto dei carabinieri

Nella nottata tra sabato 29 e domenica 30 agosto u.s., il personale del Comando Provinciale dei Carabinieri di Viterbo, su disposizioni impartite dal Comandante, Colonnello Giorgio Dino-Guida, ha effettuato mirati servizi di controllo del territorio, con particolare riferimento alla prevenzione e repressione dello spaccio e consumo di stupefacenti, dei furti in abitazione, nonché al controllo del traffico stradale, particolarmente intenso nel “contro-esodo” per il rientro dalle vacanze.
Tale attività, che ha visti impegnati oltre 150 uomini e 68 automezzi dei reparti dell’Arma dislocati nella provincia, ha consentito il controllo di oltre 300 veicoli, 3 dei quali venivano sequestrati, nonchè di 493 persone, 23 delle quali straniere e 9 extracomunitarie, risultate in possesso di regolare permesso di soggiorno.
In particolare, durante la suddetta operazione a “largo raggio”, sono stati:
– tratti in arresto:
„X 4 cittadini rumeni resisi responsabili, in Vejano, di sequestro di persona, tentata estorsione e lesioni ai danni di un loro connazionale che, dopo essere stato oggetto di richiesta di denaro da parte di uno degli arrestati per il pagamento di utenze relative alla comune abitazione, veniva prelevato con la complicità di tre connazionali in Vejano, malmenato e trasportato in Manziana, dove veniva rintracciato, in collaborazione con i colleghi della Compagnia di Bracciano, in stato di shock con il viso tumefatto e lesioni in varie parti del corpo;
„X 2 fratelli, entrambi pregiudicati, di 37 e 33 anni, che, in Civita Castellana, a bordo di un ciclomotore, successivamente risultato rubato, hanno scippato una donna 45enne di Brescia, procurandole lesioni giudicate guaribile in gg. 5;
„X un ventenne marocchino, residente a Fabrica di Roma, colto in flagranza del reato di furto di un’autovettura asportata nel corso della nottata in Civita Castellana. Lo stesso veniva bloccato al termine di un prolungato inseguimento prima a bordo dell’auto e successivamente a piedi;
„X un cittadino algerino, controllato in Montalto di Castro e risultato inottemperante all’ordine di allontanamento dal territorio nazionale;
„X un 60enne pregiudicato di Blera, resosi responsabile di guida in stato di ebbrezza, resistenza, minaccia e violenza a Pubblico Ufficiale, nonchè di tentato disastro doloso, avendo saturato di gas la propria abitazione, con il chiaro intento di provocare un’esplosione. Nel dettaglio, a seguito delle numerose segnalazioni di vicini di casa dell’arrestato, che avvertivano un forte odore di gas, gli operanti, localizzato l’appartamento ove vi era la fuoriuscita del gas, vi penetravano all’interno, chiudendo il rubinetto dell’erogazione. Nel frattempo, il proprietario dell’appartamento sopraggiungeva sul posto, in evidente stato di ubriachezza, scagliandosi contro i Carabinieri, al fine sottrarsi all’identificazione.

– segnalati all’Autorità Giudiziaria 18 individui resisi responsabili di vari reati, quali detenzione di sostanze stupefacenti, detenzione di armi, danneggiamento, furto, guida in stato di ebbrezza alcolica, nonché per violazioni alle norme sull’immigrazione;
– segnalati all’U.T.G. 5 persone, trovate in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti;
– sequestrati n. 21 grammi di droghe leggere (hashish e marijuana);
– contravvenzionati 65 veicoli per violazioni alle norme del Codice della Strada e ritirate n. 7 patenti di guida;
– contravvenzionati n. 4 esercizi pubblici, risultati inottemperanti alle norme inerenti alla salute e all’igiene.-

ULTIME NEWS