Pubblicato il

Danneggia auto poi sparisce alle Canarie

Denunciata una 86enne di Tarquinia che rigava le macchine parcheggiate fuori della sua villa Stupore per i poliziotti che hanno colto la vecchietta in flagranza di reato

Denunciata una 86enne di Tarquinia che rigava le macchine parcheggiate fuori della sua villa Stupore per i poliziotti che hanno colto la vecchietta in flagranza di reato

TARQUINIA – Singolare vicenda rende protagonista una vecchietta di Tarquinia. Una donna, I. S. di 86 anni, è stata denunciata dagli agenti del Commissariato di polizia per danneggiamento aggravato e continuato.
Con grande stupore, i poliziotti hanno sorpreso l’arzilla e benestante vecchietta mentre con una punta di metallo rigava le auto in sosta nei pressi della sua villa in via Enrico De Nicola.
L’area era tenuta da tempo sotto controllo dagli agenti, perché numerosi automobilisti, nelle ultime settimane, avevano denunciato episodi di danneggiamento alle loro auto. Ma di sorpresa, l’anziana donna, ne ha riservata anche un’altra. Gli agenti che si sono recati nella sua villa per notificargli alcuni atti giudiziari hanno infatti trovato affisso all’ingresso un cartello con la scritta ‘‘vendesi’’. Si sono così rivolti ad alcuni parenti dai quali hanno appreso che l’ultraottantenne, subito dopo essere stata denunciata, aveva deciso di lasciare l’Italia per trasferirsi in un luogo imprecisato, dove il clima fosse più compatibile con la sua età e, soprattutto, per sottrarsi ai rigori della giustizia. Tanto che è stata dichiarata irreperibile. Ai poliziotti che l’hanno colta in flagranza di reato mentre rigava le auto in sosta, secondo quanto si è appreso, avrebbe detto: «La strada è mia e non voglio che ci siano macchine parcheggiate. E siccome non avevo altro modo per punire gli automobilisti indisciplinati ho rigato le fiancate». La donna, secondo quanto si è potuto apprendere, si sarebbe andata a nascondere alle Canarie, in barba ai proprietari delle macchine che dalla ricca vecchietta si aspettavano un risarcimento del danno. Alcuni erano stati infatti risarciti, molti altri erano in attesa della restituzione della giusta cifra già sborsata per riparare le macchine. Scherzi dell’età, commentano in molti. Ma intanto l’anziana vecchietta se la spassa in luoghi caldi. E c’è chi, ironizzando, continua a dire che all’età di 86 anni, non si è più in grado capire.

ULTIME NEWS