Pubblicato il

De Paolis: "Nessun tratto di costa balneabile"

CIVITAVECCHIA – Il consigliere provinciale Gino De Paolis interviene sulla situazione della costa cittadina, ormai priva di zone balneabili. «A Civitavecchia – esordisce De Paolis – quest’anno dei tredici chilometri di costa nessun tratto risulta balenabile, questo secondo i dati forniti dal ministero della Salute sulle rilevazioni eseguite da Arpa Lazio. Di questi, dieci chilometri e mezzo di costa sono non balneabili per motivi diversi dall’inquinamento, cioè la presenza del porto, di molte servitù energetiche e per motivi di conformazione geologica della costa. I progetti di sviluppo della città e del comprensorio devono passare attraverso scelte sostenibili e non scellerate – prosegue De Paolis – che non tengano conto solo di interessi privati, mascherandoli magari con il miraggio di un lavoro, che il più delle volte è precario e non per i residenti, ma, al contrario, devono considerare la tutela dell’ambiente e i diritti alla salute dei cittadini. I due chilometri e mezzo di coste vanno, pertanto, risanati, salvaguardati, valorizzati e restituiti alla città, che deve tornare a essere una città di mare e non solo di porto. E’ paradossale e penoso che una città che cerca di attrarre milioni di croceristi, che transitano attraverso il porto, non riesce neanche a dare ai cittadini un minimo di dignità e di vivibilità. L’unica attrazione – conclude – che Civitavecchia riesce a offrire ai turisti è la puzza, il fetore nauseabondo che si avverte in tutta la zona costiera a Nord della città, e maggiormente all’interno dello scalo marittimo. Quest’estate tutti al mare, senza mare».

ULTIME NEWS