Pubblicato il

Disabile ‘‘fugge’’ dal centro Boggi

S. MARINELLA. Nuovo inquietante episodio all’interno della struttura gestita dalla Ri.Rei. Ritrovata alla fermata dell’autobus. I lavoratori: «Sorveglianza peggiorata dopo la cassa integrazione di 30 dipendenti»

S. MARINELLA. Nuovo inquietante episodio all’interno della struttura gestita dalla Ri.Rei. Ritrovata alla fermata dell’autobus. I lavoratori: «Sorveglianza peggiorata dopo la cassa integrazione di 30 dipendenti»

SANTAdi ALESSANDRO D’ALESSIO

SANTA MARINELLA – Un nuovo inquietante episodio è avvenuto pochi giorni fa all’interno del centro ex Anni Verdi di Santa Severa. Per circa un’ora, infatti, si sono perse le tracce di una ragazza disabile, che ha tentato la fuga dalla struttura gestita dal consorzio Ri.Rei. Fortunatamente, la giovane donna, affetta da Sindrome di down, non si era allontanata troppo: è stata ritrovata alla fermata dell’autobus a poche centinaia di metri dal centro. «Se nel frattempo fosse passato l’autobus – dichiarano gli assistenti – è difficile prevedere come sarebbe finita. Non è la prima volta che avvengono episodi di questo tipo, ma senz’altro le cose sono peggiorate da quando sono state messe in cassa integrazione 30 unità. Ora noi lavoratori dobbiamo coprire i turni in cucina, occuparci del centralino e di tutto il resto. Ormai, a causa di questa situazione, il tempo dedicato alle terapie riabilitative è ridotto praticamente a zero e quest’estate la situazione è destinata a peggiorare in quanto alcuni operatori saranno impegnati nelle colonie estive». Intanto giunge anche il commento di Angelamaria Contona, la presidente Agud, l’associazione dei genitori a tutela dei disabili: «Mi auguro – ha affermato – che il procuratore Pinto, che si è dimostrata così sensibile sul tema dei disabili, all’indomani dell’episodio di maltrattamenti avvenuto a Civitavecchia, si attivi presto anche sulle vicende di Santa Severa». E’ inoltre di pochi giorni fa la pubblicazione del bilancio 2008: «Sono presenti oltre un milione di euro spesi in consulenze – fanno sapere i lavoratori – ora sarà interessante conoscere quello relativo allo scorso anno».

ULTIME NEWS