Pubblicato il

Discarica, Blasi (Pd): "Il Pdl locale smentito dalle dichiarazioni di Alemanno"

TARQUINIA – Piovono commenti sulle dichiarazioni di Alemanno in merito alla nuova discarica dopo la chiusura di Malagrotta. Sul tema prende la parola il gruppo consigliare del Pd all’Università Agaria di Tarquinia. “I ben informati del Pdl locale sono stati smentiti dal Sindaco di Roma Alemanno – dice il capogruppo Alberto Blasi – Ennesima figuraccia, di chi tratta i problemi di questo territorio con pressapochismo e superficialità difendendo solo la sua bandiera politica”. “Sabato – ricorda Blasi – davanti ai cittadini del XV e XVI Municipio Alemanno ha dichiarato pubblicamente che non ci sarà nessuna discarica ai Monti dell’Ortaccio, contrariamente a quanto sostenuto dai pidiellini locali, che Malagrotta entro Aprile avvierà la procedura di chiusura, e che Roma non può realizzare sul suo territorio una nuova discarica. Entro Aprile l’indicazione del nuovo sito che dovrà avere natura pubblica e non privata. Dichiarazioni che hanno suscitato la reazione piccata della Governatrice Polverini, della serie tutti contro tutti. Altro che cassandre, le denuncie dei giorni scorsi erano più che mai fondate. Smentiti i faciloni del PDL che con due telefonate e un sms avevano avuto rassicurazioni che tutto era già definito, che il PD creava solo allarmismo, tutti sapevano già che la nuova Malagrotta era collocata in località Monti dell’Ortaccio, a Roma, niente di più falso ed inesatto”. “Smentiti – incalza il Pd – dal loro collega di partito Gianni Alemanno, che non vuole una discarica a Roma per i rifiuti della capitale, ma un sito pubblico in Provincia. Guarda caso lui e La Russa lo hanno già individuato, lo Spizzicatore di Allumiere, area militare all’interno della Farnesiana al confine con il nostro territorio.Se il PDL locale la smettesse di difendere l’indifendibile, e cominciasse a prendersi impegni concreti a difesa del territorio dimostrerebbe che oltre alla faziosità c’è senso di responsabilità. Non verremmo che dietro il non voto della mozione presentata all’Università Agraria ci sia la consapevolezza del tutto già deciso”. “Non smetteremo di tenere alta la guardia – conclude Blasi – continueremo a vigilare affinché l’emergenza Roma non divenga un problema per il nostro territorio, il non voto, i silenzi, le assenze degli altri sono lo specchio dei loro limiti. Nel PD ci prendiamo le responsabilità delle nostre scelte e non ubbidiamo ciechi al volere dei padroni romani”.

ULTIME NEWS