Pubblicato il

Discarica, via alla commissione ambiente

Il Comune di Santa Marinella ha indetto per lunedì alle 16 la riunione contro i rifiuti ad Allumiere La Perla del Tirreno sarà presente anche alla riunione congiunta convocata per il 18 aprile dal sindaco di Civitavecchia Moscherini Intanto anche Tarquinia si prepara a portare il tema al prossimo consiglio comunale. Prevista anche una mozione contro il nucleare

Il Comune di Santa Marinella ha indetto per lunedì alle 16 la riunione contro i rifiuti ad Allumiere La Perla del Tirreno sarà presente anche alla riunione congiunta convocata per il 18 aprile dal sindaco di Civitavecchia Moscherini Intanto anche Tarquinia si prepara a portare il tema al prossimo consiglio comunale. Prevista anche una mozione contro il nucleare

È stata convocata per lunedì alle 16 la Commissione Ambiente costituita dall’amministrazione comunale di Santa Marinella e richiesta dall’intero consiglio, a seguito della mozione discussa e approvata all’unanimità nell’ultima seduta pubblica, contro l’ipotesi di installazione di una discarica nel territorio di Allumiere. Oltre agli esponenti della maggioranza De Antoniis, Galletti, Rossanese e Pepe e il Sindaco Bacheca, interverranno alla riunione anche i tre membri di opposizione Massera, Bianchi e Trebiani. Alla seduta, sarà presente anche il Sindaco di Allumiere Augusto Battilocchio, che ovviamente dirà la sua su questa vicenda. L’intento della Commissione è quello di proseguire la battaglia politica e amministrativa, contro ogni ipotesi di realizzazione di una discarica nel territorio collinare o nei Comuni del comprensorio. Anche per questo, sarà convocato il prossimo 18 aprile, un consiglio comunale straordinario e congiunto presso l’Aula Pucci di Civitavecchia, al quale parteciperanno tutte le amministrazioni comunali del comprensorio, per dare un segnale forte e concreto a questa ipotesi. «Come minoranza siamo fortemente motivati a bloccare ogni tentativo che proviene da Roma di istallare una discarica in questo territorio – commenta il consigliere Andrea Bianchi – il nostro obiettivo è quello di far desistere sia il sindaco di Roma Alemanno che coloro che sono favorevoli alla discarica in questa zona, di portare a compimento questo progetto. Le località della costa laziale sono già gravate da problemi relativi al rispetto dell’ambiente con la mega centrale di Civitavecchia, ci mancherebbe pure una discarica per mandare a morte certa il turismo». Anche Tarquinia si prepara a portare l’argomento discarica in consiglio comunale. Il consigliere Sabina Angelucci presenterà due mozioni per dire no alla discarica e no al nucleare, nella prossima assise comunale. «È indispensabile esprimere la piena contrarietà a due provvedimenti scellerati e imposti dall’alto: il piano nucleare del Governo e il polo di smaltimento di rifiuti ad Allumiere», spiega capogruppo della lista ‘‘Mazzola Sindaco’’, Angelucci. Per quanto riguarda la nascita del polo di smaltimento, trattamento e recupero dei rifiuti nel territorio di Allumiere, il terreno individuato per la creazione della discarica è ubicato al confine tra Tarquinia e Allumiere. «Una zona sottoposta a vincoli ambientali (Zps) e riconosciuta dalla legislazione europea di enorme valore paesaggistico – dice la Angelucci – e che, paradossalmente, il ministero per le Politiche Agricole, lo scorso 3 marzo, ha inserito nel catalogo dei circa 120 “Paesaggi Rurali Storici” da tutelare». In merito alla mozione riguardante il nucleare «è necessario – dice la consigliera – evidenziare che, nonostante i fatti drammatici avvenuti in Giappone, ancora in Italia c’è qualcuno che considera l’energia atomica una scelta possibile. E questo proprio dove era presente una centrale nucleare smantellata in seguito al referendum di 25 anni fa, a Montalto di Castro, che, secondo una mappa dei potenziali siti nucleari d’Italia, sarebbe in cima alla lista»

ULTIME NEWS