Pubblicato il

Disservizi alla stazione: Fs scrive alla procura di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – Ferrovie dello Stato ha intenzione di porre in essere delle iniziative commerciali per risolvere le criticità insorte alla stazione di Civitavecchia. I disservizi sono già al centro degli accertamenti della magistratura della città portuale. Turbamento della regolarita’ di pubblico servizio, è l’ipotesi di reato formulata dal capo della procura di Civitavecchia Gianfranco Amendola e dal sostituto Giuseppe Deodato sulla vicenda relativa ai continui disservizi riscontrati nella stazione ferroviaria della citta’ laziale, ritenuta assolutamente insufficiente e inadeguata per fronteggiare l’afflusso di migliaia di turisti in transito che arrivano via mare e dei numerosissimi pendolari che ogni giorno vanno a Roma per lavoro e poi fanno ritorno a casa. Proprio per cercare di risolvere la questione, Ferrovie dello Stato ha inviato una missiva alla procura di Civitavecchia spiegando appunto le prossime iniziative che dovrebbero risolvere buone parte delle “criticità”. Entro meta’ febbraio, in particolare, sarà attivata “una nuova emettitrice automatica per la vendita dei titoli di viaggio del trasporto regionale. Entro lo stesso periodo verrà installata – si legge nella missiva – una seconda self service della rete medio/lunga percorrenza. Saranno quindi disponibili complessivamente in stazione sei macchine automatiche”. Per affrontare il problema legato allo sbarco dei crocieristi che prendono d’assalto la stazione, c’e’ la proposta, ancora da definire, di vendere “a bordo nave dei biglietti ferroviari per i croceristi a cura delle compagnie di navigazione o, in alternativa”, si ipotizza “di attivare un servizio dedicato, tramite call center, per ricevere della medesime compagnie di navigazione con un certo preavviso le necessarie informazioni sulle necessità informazioni sulle necessità di biglietti, sul percorso di viaggio e sulla fascia oraria scelta per viaggiare, impegnandosi a predisporre presso la biglietteria di stazione i biglietti di viaggio che potranno essere qui ritirata da un rappresentate del gruppo”. Per quanto riguarda invece problemi che potrebbero nascere per la clientela di lingua straniera, Ferrovie dello Stato annuncia di aver “predisposto avvisi alla clientela in lingua italiana e inglese da affiggere nei locali della stazione” con tutte le informazioni necessarie all’utenza. Infine, l’azienda di trasporti afferma che è prevista l’adozione di decisioni in merito alla necessità di incrementare i servizi pubblici per la tratta Civitavecchia-Roma (impiego di maggior materiale rotabile e introduzione di nuovi collegamenti) nel primo trimestre del 2009.

ULTIME NEWS