Pubblicato il

Dogane, è allarme personale

L’ufficio locale risente di una grave carenza di organico: in due anni perse 17 unità Manca anche una sede unica: la Uilpa lancia l’appello ai vertici dell’agenzia

L’ufficio locale risente di una grave carenza di organico: in due anni perse 17 unità Manca anche una sede unica: la Uilpa lancia l’appello ai vertici dell’agenzia

CIVITAVECCHIA – Carenza di organico e problemi strutturali legati all’assenza di una sede unica. Sono questi i problemi dell’ufficio Dogane di Civitavecchia; problemi di cui si è discusso qualche giorno fa nell’ambito di un’assemblea sindacale promossa dalla Uilpa Dogane Lazio e che rischiano di minare l’operatività dell’ufficio. E’ stato sottolineato, ad esempio, che con i pensionamenti del 2009 e quelli del 2010 la dotazione organica è diminuita di circa 17 unità. «A questo deve aggiungersi la mancanza di una sede unica che di fatto determina la dislocazione del personale su tre sedi diverse – hanno spiegato dal sindacato – e l’assenza dei collegamenti telematici presso i varchi passeggeri, in particolare presso la postazione scanner, e per i funzionari addetti alle visite fisiche delle merci». Nonostante il porto sia cresciuto in termini esponenziali in questi anni, l’ufficio Dogane non ne ha beneficiato dal punto di vista logistico né tanto meno per un incremento di personale. «L’assegnazione in tempi brevi di almeno 5 unità – hanno aggiunto – rappresenta una condizione primaria minima per poter superare alcune criticità nei servizi fondamentali, come quello scanner e lo sdoganamento delle merci. In particolar modo, è essenziale aumentare il numero dei funzionari preposti ai controlli, attualmente sottoposti ad un continuo stato di urgenza». Da qui la necessità di un interpello a livello nazionale per superare le criticità.

ULTIME NEWS