Pubblicato il

Dopo voto, i democrat fanno autocritica

SANTA MARINELLA. All’indomani delle elezioni il circolo del Pd analizza il risultato elettorale «Bisogna ricostruire un tessuto connettivo che sia in mezzo alla gente. Recuperare sulle sinergie politiche interne ed esterne che portano ad un allargamento della base operativa sul territorio. Non abbasseremo la guardia sui temi importanti»

SANTA MARINELLA. All’indomani delle elezioni il circolo del Pd analizza il risultato elettorale «Bisogna ricostruire un tessuto connettivo che sia in mezzo alla gente. Recuperare sulle sinergie politiche interne ed esterne che portano ad un allargamento della base operativa sul territorio. Non abbasseremo la guardia sui temi importanti»

SANTA MARINELLA – All’indomani delle elezioni, il circolo del Partito Democratico si sottopone ad una netta autocritica. Pur accettando con serenità il responso della competizione elettorale, i dirigenti del Pd ritengono che sia necessaria «un’autocritica seria e consapevole, che deve essere il carburante per ripartire con rinnovato vigore verso le nuove sfide che ci attendono». I dirigenti democrat auspicano «un nuovo inizio, con quella passione politica che da sempre anima il direttivo locale. «Bisogna ricostruire un tessuto connettivo, che sia in mezzo alla gente. Recuperare quelle sinergie politiche, interne ed esterne che portano ad un allargamento della base operativa sul territorio. Insomma costruire, così come la tradizione socialista ed il rinnovato spirito moderato e democratico impone». La dirigenza del Pd, inoltre, ringrazia «tutti gli amici che hanno espresso la volontà di votare Pd e garantiamo loro un impegno maggiore e più strutturato, sia all’interno del consiglio comunale, che come iniziative di partito sul territorio». «Abbiamo ancora molto da fare – proseguono dal partito di Bersani – anche se qualcuno non si aspetti che il Pd abbassi la guardia sui temi importanti della città, perché piaccia o meno è il secondo partito a Santa Marinella. Ed è pronto oggi come ieri e così sarà domani a guardare al futuro con lo spirito progressista che da sempre ci distingue. Bisogna lavorare per raggiungere una unità di intenti che sia produttiva».

ULTIME NEWS