Pubblicato il

Droga, la Guardia di Finanza sequestra un chilo di eroina: due arresti

Sigilli anche ad un immobile

Sigilli anche ad un immobile

GUARDIAFIUMICINO – I finanzieri della compagnia di Fiumicino, a conclusione di una indagine volta a reprimere il traffico di sostanze stupefacenti, hanno effettuato un blitz in un casolare dell’hinterland napoletano, che ha permesso di sequestrare un chilo di eroina purissima e di arrestare 2 responsabili. L’attività delle fiamme gialle è scaturita dall’analisi della filiera distributiva della droga su Fiumicino e lungo il litorale: partendo infatti da alcuni arresti di “pusher” effettuati negli ultimi mesi, le indagini sono state finalizzate all’individuazione dei fornitori delle sostanze. Dalle risultanze è emerso che diversi spacciatori si rifornivano a Napoli. L’operazione coordinata dalla Procura della Repubblica partenopea, mediante indagini tecniche e ripetuti appostamenti nell’hinterland napoletano, ha consentito di delineare il quadro completo della situazione: a Giugliano (NA) era ubicata una importante “piazza di taglio” di eroina che arrivava dal nord africa per mezzo di corrieri ovulatori. La sostanza veniva quindi tagliata e suddivisa in dosi per la successiva vendita al dettaglio attraverso dei pusher. Il traffico era gestito da nordafricani, in particolare nigeriani. Al momento del blitz i finanzieri hanno dovuto faticare non poco per trovare lo stupefacente. In effetti, mentre all’interno di un frigorifero erano accuratamente conservate le sostanze da taglio (mannite e bicarbonato), l’eroina era stata seppellita nel giardino del casolare avvolta in involucri di cellophane. Sempre sotto terra sono stati trovati i bilancini di precisione e i taglierini. All’interno di un materasso, invece, sono stati trovati e sequestrati circa 8.000 euro in contanti. Due nordafricani, entrambi con precedenti specifici, sono stati arrestati e condotti nella casa circondariale di Poggioreale (NA), mentre l’immobile è stato sequestrato. Si tratta di un altro duro colpo ai trafficanti di droga inflitto dalle fiamme gialle, anche in considerazione del fatto che il chilo di eroina purissima, successivamente tagliato, avrebbe portato nelle casse della malavita diverse decine di migliaia di euro. L’attività delle fiamme gialle si inquadra nel più ampio contesto operativo dell’intensificazione dell’azione di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti disposta dal Comando Provinciale di Roma.

ULTIME NEWS