Pubblicato il

Droga tra i minorenni: segnalati 8 tarquiniesi

Giro di vite dei Carabinieri: blitz nei casali abbandonati e perquisizioni domiciliari Sequestrati hashish e marijuana. Denunciato il pusher, si tratta di un 17enne di Orte

Giro di vite dei Carabinieri: blitz nei casali abbandonati e perquisizioni domiciliari Sequestrati hashish e marijuana. Denunciato il pusher, si tratta di un 17enne di Orte

TARQUINIA – Giro di vite dei carabinieri della stazione di Tarquinia tra i minorenni della città, per stroncare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare hashish e marijuana. Nove minorenni, tra i 15 e i 17 anni, sono finiti nella rete dei militari da giorni impegnati in attività di controllo soprattutto nelle aree più isolate della città. Tutto è iniziato a seguito di una segnalazione da parte di alcuni cittadini che avevano notato un continuo andirivieni di ragazzi nei pressi di un casale abbandonato, situato nella parte alta della città, nei pressi del campo sportivo. I carabinieri del luogotenente Stefano Girelli hanno organizzato un blitz nel corso del quale hanno sorpreso all’interno del casale quattro tarquiniesi intenti a fumare hashish: tutti sono stati condotti in caserma, interrogati e riconsegnati ai genitori. Diversi quantitativi di hashish e marijuana sono stati sequestrati, alcuni li avevano addirittura nascosti nei calzini. Uno di loro, già fermato e denunciato in precedenza per spaccio di stupefacenti, sarà affidato ad una casa-famiglia. Tutti sono stati segnalati alla prefettura come consumatori. Da questa prima risultanza, sono poi partite indagini più approfondite da parte dei carabinieri che hanno effettuato controlli e perquisizioni nelle abitazioni di alcuni ragazzi. È stato il ritrovamento di un foglietto, con tanto di elenco dei nomi e di quantitativi distribuiti, rinvenuto all’interno di un involucro con 25 grammi di marijuana, nascosto nella casa di un tarquiniese, a permettere ai militari di risalire al nome del fornitore dello stupefacente: un 17enne di Orte denunciato per spaccio e ritenuto possibile assuntore anche di eroina, in quanto i militari hanno rinvenuto della carta stagnola. Un ennesimo blitz dei militari si è poi svolto ieri in una zona sempre appartata della città: fermati dai militari altri quattro minorenni, tra i 15 e i 16 anni, trovati con alcuni grammi di stupefacenti. Anch’essi, dopo essere stati sentiti dai militari sono stati riaffidati ai genitori e segnalati all’autorità di governo. Non si arresta l’attività di controllo da parte dei carabinieri del luogotenente Girelli, decisi a stroncare il preoccupante fenomeno della sempre maggiore diffusione di droghe tra i più giovani.

ULTIME NEWS