Pubblicato il

È stata fatta brillare la bomba d’aereo rinvenuta alle Saline

Intervento nel pomeriggio degli artificieri del Sesto Reggimento Genio Pionieri di Roma L’ordigno, trovato la settimana scorsa da un anziano, pesava circa 500 libbre

Intervento nel pomeriggio degli artificieri del Sesto Reggimento Genio Pionieri di Roma L’ordigno, trovato la settimana scorsa da un anziano, pesava circa 500 libbre

TARQUINIATARQUINIA – È stata fatta brillare oggi pomeriggio, la bomba d’aereo ritrovata alle Saline in un fosso nei pressi della riserva naturale. L’ordigno di fabbricazione americana, risalente alla seconda guerra mondiale – un metro e settanta centimetri di lunghezza per un diametro di 40 centimetri ed un peso di circa 500 libbre -, è stato rinvenuto la scorsa settimana da un anziano che passeggiava in zona. La bomba era stata trovata con la spoletta intatta. Ieri pomeriggio si sono recati sul posto gli artificieri del Sesto Reggimento Genio Pionieri di Roma per le operazioni necessarie a far brillare la bomba in loco. I genieri hanno despolettato la bomba rendendola inoffensiva. Non è stato necessario evacuare il borgo: messi in sicurezza 300 metri circostanti al luogo del ritrovamento. L’ordigno, subito dopo la segnalazione venne transennato dai vigili urbani. Gli uomini del comandante Cesare Belli avevano provveduto ad effettuare le opportune segnalazioni alla prefettura di Viterbo. Gli artificieri del ‘‘Nucleo bonifica ordigni inesplosi’’ si recarono sul posto per le valutazioni del caso, riservandosi sulle modalità di rimozione.

ULTIME NEWS