Pubblicato il

Emergenza abitativa, la solidarietà della Destra alle famiglie

CIVITAVECCHIA – La Destra di Civitavecchia prende posizione sul problema dell’emergenza abitativa. “L’Ater promette di acquistare, costruire o ristrutturare immobili per l’emergenza abitativa – scrive in una nota il partito di Storace – il Sindaco promette il reiterare di un decreto per l’assegnazione temporanea di alcuni immobili in zona De Santis, l’assessore Nunzi promette che sono stati firmati i decreti in questione e cosa succede? Nulla. Ieri tre famiglie del quartiere De Santis, che hanno occupato abusivamente gli alloggi e titolari di un decreto temporaneo di assegnazione, si sono recate dalle 8 alle 13 a palazzo del Pincio in attesa di avere il tanto sospirato pezzo di carta sottoscritto dal sindaco”. “A fronte delle promesse fatte,- rposegue La Destra – però, sia il sindaco che l’assessore si sono negati, anzi voci di corridoio riferirebbero che il primo cittadino non ha firmato alcun decreto preoccupato, forse, anche questa da fonti di corridoio, della minaccia del procuratore della repubblica di iscriverlo nel registro degli indagati. Moscherini oggi sembra essere sempre di più il Don Abbondio nei Promessi Sposi. Almeno lui come il sacerdote manzoniano non faceva dichiarare dalla perpetua, nel caso in parola Nunzi, di star male, ma anzi non lo fa rispondere proprio alle richieste di persone bisognose e senza una casa e non a dei personaggi nati dall’ingegno di uno scrittore. Speriamo non serva una pesta per ottenere l’agoniato decreto. Alle famiglie in emergenza abitativa va il nostro incondizionato appoggio e l’invito al Dott. Di Ludovico affinché proceda, per la parte di sua competenza, all’assegnazione degli immobili, al Comune invece perché proceda ad assegnare i 12 immobili ex Arsil di Pantano che voci riferiscono essere ora nella sua disponibilità.
Alle parole ora vogliamo concretamente vedere i fatti”.

ULTIME NEWS