Pubblicato il

Emergenza alloggi militari, Marino presenta un ordine del giorno

CIVITAVECCHIA – Il consigliere comunale del Pdl, Pasquale Marino, ha presentato un ordine del giorno per far discutere l’assemblea dell’aula “Pucci” sul problema degli alloggi del demanio militare presenti in città. «Il documento interpreta – spiega il consigliere Marino – le preoccupazioni di quanti oggi occupano gli alloggi militari nel nostro comprensorio. Il caso nasce in seguito all’entrata in vigore della legge 122 del 30 luglio scorso: come sappiamo Civitavecchia è una importante piazza militare con la presenza di numerose caserme e di conseguenza è presente sul territorio una discreta popolazione con le “stellette”, che occupa alloggi di proprietà del Demanio militare e che dovrebbero pagare, per le case che occupano, un canone di mercato libero, ad oggi non ancora quantificato. Chiedono, come avviene per i loro colleghi di Roma, Milano e altri siti, lo slittamento della norma fino a quando non verrà definito il nuovo canone, altrimenti dovrebbero pagare da subito la differenza tre vecchia e nuova rata. Il rischio è di non riuscire a far fronte al nuovo pagamento e di dover lasciare l’abitazione a breve per sfratto coatto». «E’ una emergenza abitativa che a Civitavecchia coinvolge circa 130 famiglie monoreddito; sono militari in servizio, pensionati, vedovi e vedove ed anche portatori di handicap – specifica Pasquale Marino – l’amministrazione comunale è senz’altro sensibile al problema di queste famiglie che rischiano di restare senza casa aggravando così la difficile situazione di emergenza abitativa di Civitavecchia. Il Sindaco Moscherini ha già ricevuto una delegazione, che nell’occasione ha esposto le preoccupazioni di tutti gli inquilini. L’associazione nazionale dei militari “Casadiritto” ha interessato il Sottosegretario alla Difesa, on. Guido Crosetto, del problema affinché si possa trovare una soluzione vera al problema».

ULTIME NEWS