Pubblicato il

Enel illumina il Forte Michelangelo

La progettazione dell’impianto d’illuminazione della fortezza è stata prevista dal protocollo d’intesa tra Enel ed Autorità portuale del marzo 2008, per sviluppare nell’area portuale azioni di rilievo ambientale in linea con gli obiettivi del piano di sostenibilità dell'azienda

La progettazione dell’impianto d’illuminazione della fortezza è stata prevista dal protocollo d’intesa tra Enel ed Autorità portuale del marzo 2008, per sviluppare nell’area portuale azioni di rilievo ambientale in linea con gli obiettivi del piano di sostenibilità dell'azienda

CIVITAVECCHIA – Enel illumina il Forte Michelangelo a Civitavecchia. L’inaugurazione avverrà questa sera in occasione della 144° festa delle capitanerie di Porto. L’opera è stata realizzata da Enel Sole, la società di Enel che opera nel mercato dell’illuminazione pubblica ed artistica, attraverso uno studio approfondito dell’intera struttura architettonica e storica dell’edificio e di concerto con gli Enti preposti alla tutela e controllo del bene. La progettazione dell’impianto d’illuminazione del Forte Michelangelo è stata prevista dal Protocollo d’intesa tra Enel ed Autorità portuale di Civitavecchia del marzo 2008, per sviluppare nell’area portuale azioni di rilievo ambientale in linea con gli obiettivi del piano di sostenibilità Enel. La filosofia progettuale è stata sviluppata tramite un’illuminazione a proiezione che ne garantisca l’uniformità di luce su tutte le superfici in travertino del Forte e favorisca il risparmio energetico. Le sorgenti luminose sono state collocate su pali, in corrispondenza dei torrioni e del Maschio Michelangiolesco ed all’interno di specifici alloggiamenti lungo le pareti perimetrali studiati ad hoc con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio del Lazio. L’impianto è composto da 57 proiettori dislocati in posizioni tali da garantire la massima incisività. Sono stati posati 3 km di cavi di varie sezioni e dimensioni lungo tutto il perimetro. Sono state impiegate lampade con potenze variabili dai 70 ai 150 W. Attraverso una luce dinamica e flessibile gestita da un sistema computerizzato si avrà la possibilità modulare la luminosità sul Forte Michelangelo, di cambiare il cromatismo e di illuminare in maniera diversificata le varie parti del manufatto. Questo sistema permetterà di gestire una serie diversificata di accensioni. Enel Sole è la società di Enel che opera nel mercato dell’illuminazione pubblica ed artistica, promuovendo in Italia una cultura della luce di qualità, realizzata attraverso personale altamente specialistico e fondata su tecnologie innovative e tecniche di realizzazione non invasive per i monumenti e per l’ambiente. L’attività di Enel Sole, da sempre, si fonda sul rispetto dell’ambiente, attraverso un uso razionale dell’energia elettrica e una riduzione dell’inquinamento luminoso, con conseguente risparmio economico. Gli interventi d’illuminazione di Enel Sole si distinguono per l’impiego di lampade e apparecchi in grado di proiettare luce senza dispersioni, ottimizzando i consumi di energia elettrica. I clienti di Enel Sole sono più di 4.000 comuni italiani nei quali l’azienda gestisce circa 2.000.000 di punti luce.
“Si tratta di un’azione mirata a valorizzare il patrimonio storico del porto – commenta il presidente dell’Autorità Portuale Fabio Ciani – e che abbiamo voluto inserire nell’intesa con Enel anche come contributo dell’ente alla serie di eventi organizzati per i 500 anni del Forte, che è uno dei principali simboli di Civitavecchia che viene così ad essere illuminato in modo da metterne in risalto la bellezza, a beneficio dei cittadini civitavecchiesi, che avranno, è il caso di dirlo, l’opportunità di vedere il “loro” monumento sotto una nuova luce e di chi, in queste sere d’estate, arriverà in porto o alla Marina”.
Tutta la cittadinanza è invitata nel porto storico, questa sera alle 21.30, per il momento simbolico della prima accensione.

ULTIME NEWS