Pubblicato il

Enrico Benedetti lascia la presidenza del gruppo sparatori

TARQUINIA. Le dimissioni arrivano dopo le nuove prescrizioni del Commissariato riguardanti le autorizzazioni a sparare durante la Processione di Pasqua Alla base della decisione anche una missiva letta durante l’assemblea dell’associazione ‘‘Fratelli del Cristo Risorto’’

TARQUINIA. Le dimissioni arrivano dopo le nuove prescrizioni del Commissariato riguardanti le autorizzazioni a sparare durante la Processione di Pasqua Alla base della decisione anche una missiva letta durante l’assemblea dell’associazione ‘‘Fratelli del Cristo Risorto’’

TARQUINIA – Enrico Benedetti lascia la presidenza del gruppo sparatori. Dimissioni che arrivano dopo le nuove prescrizioni del locale Commissariato legate alle autorizzazioni a sparare durante la tradizionale Processione del Cristo Risorto solamente previa modifica dei fucili. Alla base della decisione di Benedetti, anche una missiva letta durante una delle ultime assemblee dell’associazione ‘‘Fratelli del Cristo Risorto’’, nella quale un componente del gruppo degli sparatori lo accusava di essere un sobillatore che ha cercato di spingere gli altri componenti alla diserzione della processione. «Non sono nella maniera più assoluta un sobillatore, né tantomeno ho agito in malafede spinto da un senso di disfattismo.-tuona Benedetti- È la mia esperienza ultraquarantennale nell’associazione che dipinge la mia figura. Ho deciso quindi di rassegnare le dimissioni e di indire immediatamente delle nuove elezioni nel segno della massima trasparenza». Benedetti intende precisare anche come lui sia stato d’accordo nell’apportare la modifica al fucile. «Ho votato come il resto del gruppo a favore della modifica pur non condividendo le modalità con le quali il gruppo, che io ho avuto l’onore e l’onere di rappresentare, ha appreso la notizia della nuova prescrizione – dice Benedetti – Non mi è piaciuto apprendere questa prescrizione a mezzo della stampa per comunicati non attribuibili all’associazione. Tengo inoltre a precisare come tutti gli sparatori si siano sempre attenuti alle norme di legge». Toccherà al gruppo decidere se l’operato di Benedetti abbia trovato ampio consenso.

ULTIME NEWS