Pubblicato il

Etm, un finanziamento per passare alla holding

Ieri mattina l’assemblea dei soci ha stabilito quelli che saranno i prossimi passi del Comune Intanto le fiamme gialle hanno convocato altri autisti presso gli uffici di corso Centocelle Luciana Ceppolino (Filt-Cgil): «Se dovessero ritirare ulteriori carte di circolazione il trasporto pubblico si fermerebbe»

Ieri mattina l’assemblea dei soci ha stabilito quelli che saranno i prossimi passi del Comune Intanto le fiamme gialle hanno convocato altri autisti presso gli uffici di corso Centocelle Luciana Ceppolino (Filt-Cgil): «Se dovessero ritirare ulteriori carte di circolazione il trasporto pubblico si fermerebbe»

CIVITAVECCHIA – Nuova convocazione per gli autisti di Etm presso gli uffici della Guardia di finanza, nell’ambito dei controlli effettuati sul servizio a chiamata. Ieri sera le fiamme gialle hanno ascoltato altri 28 autisti e il direttore di esercizio della municipalizzata, Paolo Iarlori, in rappresentanza del supermanager Massimo Lombardi. Tutti in caserma alle 8,30, mentre si teme per le sorti del trasporto pubblico locale nel caso in cui i militari dovessero ritirare altre carte di circolazione dei mezzi. Lo scorso mese il sequestro è scattato per quattro autobus, per un totale di circa 88 mila euro di multa a carico degli autisti con l’azienda obbligata in solido che ha immediatamente attivato le procedure per ricorrere al Giudice di Pace in base alla legge regionale 30. Sulla questione è intervenuta la segretaria della Filt-Cgil, Luciana Ceppolino: «Se la Guardia di finanza dovesse ritirare altre carte di circolazione – si domanda – domani (oggi, ndr) Etm come farà a garantire il servizio pubblico?». La Ceppolino ha chiamato quindi in causa l’amministrazione comunale, ricordando che il fallimento della municipalizzata danneggerebbe gravemente circa settanta dipendenti e le rispettive famiglie: «Non vorrei pensare ad un disegno precostituito – ha affermato la sindacalista per mettere alla porta la società a vantaggio del privato, creando un nuovo caso simile a quello della scuola Laurenti». Novità positive invece sul fronte finanziario. Ieri mattina si è tenuta infatti l’assemblea dei soci, alla quale hanno partecipato il sindaco Gianni Moscherini, l’amministratore Massimo Lombardi e un suo consulente, oltre ai revisori dei conti nominati dal Pincio. Significativo l’impegno del primo cittadino che durante l’incontro si sarrebbe reso disponibile a risolvere i problemi della società in vista del confluimento nelle holding. I tempi saranno determinati dai prossimi colloqui con gli istituti di credito, mentre si è parlato di nuovi cambiamenti societari, consistenti nel passaggio di alcune attività svolte da Etm da una sot all’altra.

ULTIME NEWS